05.08.2022 Icon

Leasing e noleggio: istruzioni operative per il mercato dell’auto

Il mercato automobilistico propone sempre più spesso l’alternativa tra leasing e noleggio a lungo termine.

Le due formule contrattuali sono diverse tra loro e si distinguono sotto diversi profili (non solo giuridici) che andremo ad evidenziare.

In primo luogo, il leasing è il contratto con cui la società concedente acquista un bene sul mercato e lo concede in godimento contro il pagamento di un canone mensile.

Al termine del contratto di leasing, l’utilizzatore ha diritto di acquistare la proprietà del bene attraverso l’esercizio di una clausola di opzione pattuita in sede di stipula che fissa preventivamente il prezzo di opzione.

In sintesi, dunque, il concedete anticipa il capitale necessario per acquistare il bene e l’utilizzatore (che riceve il bene in godimento) paga i canoni mensili fino al termine del contratto, momento in cui ha facoltà di acquistare la proprietà del bene oppure di restituirlo.

Possiamo dunque affermare che il leasing ha una finalità indirettamente traslativa nella misura in cui, di norma, viene impiegato per beni durevoli nel tempo e che l’utilizzatore ha interesse ad acquistare al termine del contratto.

Ultimo ma non meno importante: il leasing può essere stipulato solo con banche edintermediari finanziari.

Ben diversa è la struttura del noleggio.

In tal caso, la società concede il bene in godimento contro il pagamento di un corrispettivo mensile che prevede altresì un pacchetto di servizi collegati (es. manutenzione, soccorso stradale, assicurazione).

Al termine del noleggio di regola non è prevista un’opzione di acquisto: la maggior parte dei contratti di noleggio a lungo termine prevedono la facoltà di rinnovare il contratto, cambiare il mezzo oppure restituirlo.

Dunque, a differenza del leasing, il noleggio è un contratto di mero godimento (il conduttore, infatti, non ha interesse ad acquistare la proprietà del mezzo) e non ha natura finanziaria motivo per cui può essere perfezionato da soggetti commerciali (non solo da banche e intermediari finanziari come avviene per il leasing).

Sotto il profilo delle agevolazioni fiscali esistono incentivi ed agevolazioni per entrambi i contratti sopra descritti, da valutare attentamente soprattutto per i soggetti titolari di partita IVA.

Autore Carlo Giambalvo Zilli

Associate

Milano

c.zilli@lascalaw.com

Desideri approfondire il tema Leasing ?

Contattaci subito