02.11.2022 Icon

Questioni di famiglia nell’ambito della procedura di liquidazione

Con la pronuncia in commento il Tribunale di Verona ha riconosciuto l’ammissibilità della presentazione congiunta dell’istanza di apertura della procedura di liquidazione controllata da parte di familiari entro il quarto grado e gli affini entro il secondo, nonché i conviventi di fatto.

Il Tribunale, ritenendo il dispositivo dell’art. 66 co. 1 del C.C.I.I. di “carattere generale”, ha giudicato applicabile la procedura familiare a tutte le procedure di sovraindebitamento, compresa la liquidazione controllata. 

La pronuncia in commento si pone in contrasto rispetto ad altre pronunce ante entrata in vigore del C.C.I.I., infatti, recentemente il Tribunale di Udine reputando che la procedura familiare sia applicabile alle sole procedure di composizione della crisi ha dichiarato inammissibile l’applicazione della “procedura” ex art. 7 bis L. 3/2012 presentata dai ricorrenti per l’accesso alla liquidazione dei beni ex art. 14 ter L. 3/2012.

Di converso, il nuovo indirizzo sposato dal Tribunale di Verona, proprio sulla base della collocazione del dispositivo dell’art. 66 C.C.I.I. tra le disposizioni di carattere generale in tema di sovraindebitamento, ha edificato l’applicabilità delle procedure familiari anche alla liquidazione controllata del sovraindebitato.

Inoltre, lo stesso indirizzo a sostegno dell’applicazione delle procedure familiari anche alla liquidazione controllata, ritiene la procedura innegabilmente vantaggiosa. La valutazione congiunta della situazione di indebitamento della “famiglia” consente così, di individuare la soluzione più adatta alle esigenze del nucleo familiare. 

Trattando in modo unitario la crisi economica del nucleo familiare che per sua natura ha un’origine comune, l’istituto produce una riduzione dei costi e dei procedimenti da avviare, raggiungendo così l’obbiettivo di far ripartire i membri della stessa famiglia ed inoltre, avvicinandosi al miglior compromesso sia per i debitori che per i creditori.

Autore Roberto Plebani

Trainee

Milano

r.plebani@lascalaw.com

Desideri approfondire il tema Crisi e procedure concorsuali ?

Contattaci subito