Biblioteca / Nuovi Acquisti

Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazione : privacy, diffamazione e tutela della persona : libertà e regole nella rete

Autore: Ruben Razzante
Editore: CEDAM
Anno di pubblicazione: 2013

L'opera, alla sua sesta edizione, raccoglie le ultime novità normative, dottrinali e giurisprudenziali, nazionali, europee ed extraeuropee, in materia di diritto all’informazione, pluralismo, giornalismo, editoria on-line, privacy e diritto di cronaca, diffamazione a mezzo stampa e a mezzo internet, diritto d’autore, par condicio, etica e minori, informazione economica e finanziaria, commistioni tra pubblicità e informazione, organizzazione delle strutture di comunicazione nelle pubbliche amministrazioni, authorities, Rai e tv commerciale, digitale terrestre e banda larga, servizi di media audiovisivi, cloud computing e Green Ict.

I due anni trscorsi dall'edizione precedente corrispondono a un lasso di tempo enorme per una disciplina come il diritto dell’informazione e della comunicazione, sufficientemente lungo per registrare evoluzioni consistenti e sorprendenti della giurisprudenza, della dottrina e delle norme giuridiche e deontologiche. L’aggiornamento del volume si è reso necessario per una serie di novità intervenute nell’ambito della regolamentazione del giornalismo, dell’editoria, dei media tradizionali e, soprattutto, in ambito giurisprudenziale per ciò che attiene alla Rete, luogo di sfide sempre più avvincenti per gli operatori del diritto. La discussione in corso in Europa rispetto alla riforma della privacy, con particolare riferimento all’eventuale introduzione del diritto all’oblio, è la riprova di quanto internet metta in crisi i paradigmi tradizionali e induca il legislatore a individuare nuove e più flessibili modalità di tutela dei diritti. Tale tutela appare tuttavia indispensabile per impedire che nel mare magnum della Rete si annulli ogni criterio di imputabilità e ogni modello di responsabilità e prevalga l’anarchia nei comportamenti degli utenti. In questa chiave, l’argomento della diffamazione ha registrato molte sentenze, nazionali ed europee, delle quali si dà conto nel quarto e nel sesto capitolo, e che concorrono a determinare nuovi orientamenti giurisprudenziali. L’espansione del cloud computing e il dilatarsi delle frontiere dell’innovazione tecnologica si saldano con le crescenti aspettative verso l’Agenda Digitale, sia in un’ottica europea che nazionale, e possono disegnare un nuovo scenario per la comunicazione dei soggetti pubblici e privati.

Condividi su