Biblioteca / Nuovi Acquisti

L’assistenza finanziaria per l’acquisto e la sottoscrizione delle proprie azioni

Autore: Stefano Cacchi Pessani
Editore: EGEA
Anno di pubblicazione: 2012

Il divieto di prestare assistenza finanziaria per l’acquisto e la sottoscrizione di azioni proprie, che per lungo tempo ha caratterizzato il nostro ordinamento e quello europeo, è stato abrogato dal legislatore nel 2008. Oggi, l’art. 2358 del codice civile considera l’assistenza finanziaria in sé legittima e fissa le condizioni alle quali una società può concedere finanziamenti e garanzie a un azionista per favorirne l’ingresso nella compagine sociale o per agevolare il “cambio di controllo”. La nuova disciplina dell’assistenza finanziaria riflette la convinzione del legislatore che l’impiego delle risorse di una società per agevolare la partecipazione dei suoi soci, anziché per sviluppare le sue attività, possa avere ricadute positive sull’interesse sociale e possa quindi giustificarsi, entro certi limiti volti a tutelare gli interessi dei soci e dei creditori coinvolti. Partendo proprio dall’idea di fondo che la commistione tra il patrimonio della società e la partecipazione dei soci al rapporto sociale non è più, oggi, necessariamente un “disvalore”, l’Autore offre una originale chiave di lettura della nuova disciplina dell’assistenza finanziaria, che analizza e ricostruisce sulla base della storia e delle ragioni dell’iniziale divieto, alla luce della natura economica dell’operazione e in rapporto alla disciplina delle operazioni leveraged buy-out.

Condividi su