Diritto Processuale Civile

Veridicità della dichiarazione dell’ufficiale giudiziario notificante e onere della prova

App. Napoli, 27 agosto 2013 (leggi la sentenza per esteso)

Con la sentenza in commento la Corte d’Appello di Napoli ha confermato il precedente, ormai consolidato, espresso della giurisprudenza di legittimità in tema di notificazione a persona diversa dal destinatario dell’atto (ultima Cass. n. 23028/2006).

Secondo il Collegio,  l’ufficiale giudiziario notificante non ha l’obbligo di fare ricerche in ordine al rapporto di dipendenza tra la persona che si qualifica addetta alla casa e il destinatario dell’atto. Infatti,  in caso di accettazione senza esternazione di alcuna riserva, l’ufficiale dovrà affidarsi alle dichiarazioni che gli vengono rese, in quanto si tratta di persone la cui posizione giustifica la presunzione di una sollecita consegna al destinatario.

Con la medesima pronuncia viene, altresì, affrontato il tema della ripartizione dell’onere della prova, stabilendo che la   contestazione  del destinatario dell’atto in ordine alla veridicità della dichiarazione resa all’ufficiale giudiziario, dovendo essere qualificata come un’eccezione, è soggetta i principi generali sull’onere della prova: spetterà quindi alla stessa parte che l’ha sollevata provarne il fondamento.

(Carmela Prencipe – c.prencipe@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Il caso posto all’attenzione del Tribunale di Mantova pone l’accento sull’applicazione dell’...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

“L’inserimento del ISC nel contratto e nel documento di sintesi assolve ad una funzione merament...

Diritto Processuale Civile

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

In materia di notificazioni al difensore, a seguito dell’introduzione del domicilio digitale, cor...

Diritto Processuale Civile

X