Contratti Bancari

Usura e illegittima sommatoria degli interessi: il tribunale di Milano punta ad una arresto definitivo

Tribunale di Milano, 14 novembre 2014

Con sentenza del 14 novembre 2014, il Tribunale di Milano è tornato a pronunciarsi in materia di interessi usurari sancendo, ancora una volta, il divieto di procedere alla sommatoria tra interessi moratori e corrispettivi.

Il provvedimento prende le mosse dalla domanda spiegata dall’utilizzatore che, in relazione al contratto di leasing in essere tra le parti, ha dedotto l’applicazione di interessi ultralegali e, quindi, la nullità della clausola che ne disciplina l’applicazione, unitamente alla richiesta di risarcimento del danno.

A sostegno delle proprie domande, l’utilizzatore ha versato in atti perizia di parte idonea – secondo la propria ricostruzione – a dimostrare, sulla scorta della nota sentenza 350 del 2013 della Corte di Cassazione, il superamento del tasso soglia in virtù della sommatoria tra interessi di leasing ed interessi moratori.

Il Giudice, richiamando i precedenti giurisprudenziali del Foro milanese ed, in particolare, l’ordinanza del 28 gennaio 2014 della Dott.ssa Cosentini – VI Sez. Civile – ha sottolineato la necessità che la richiamata pronuncia sia oggetto di «interpretazione autentica», in ragione della quale “la sommatoria al fine di verificare il superamento del tasso soglia non è mai stata ritenuta legittima dalla Suprema Corte nella misura in cui il tasso corrispettivo e quello di mora hanno funzione e natura e applicazione del tutto diversa”.

Fatta questa necessaria premessa, l’Organo Giudicante continua la propria disamina analizzando la liceità, ovvero asserita illiceità, dei tassi d’interesse previsti dal regolamento negoziale.

In particolare, deve ritenersi che “il tasso di leasing applicato al momento della conclusione del contratto risulta inferiore alla soglia legale come quello di mora, quando siano distintamente verificati”.

16 dicembre 2014

Pamela Balducci – p.balducci@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il ricorrente si era visto negare un finanziamento necessario all’acquisto di un immobile per via ...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

La spedizione per posta ordinaria di un assegno, ancorché munito di clausola di intrasferibilità, ...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

“In materia di cessione dei crediti in blocco, eseguita tramite cartolarizzazione, deve escludersi...

Contratti Bancari

X