Causa infondata, la responsabilità è aggravata

Un nuovo mattone nella costruzione della giurisprudenza sul corretto onere della prova

Il Tribunale di Modena, con recente sentenza del 10 gennaio, fornisce alcune ulteriori precisazioni in ordine alla corretta distribuzione dell’onere della prova in tema di contenzioso bancario.

Il giudice ha ribadito che grava in ogni caso sul correntista attore, sia in caso di accertamento negativo del credito della Banca, sia in caso di richiesta di ripetizione di somme indebitamente percepite, l’onere di allegare e provare gli elementi costitutivi della domanda ex art. 2697 c.p.c.. Simmetricamente se è l’Istituto di Credito ad agire, in sede di cognizione ordinaria o in via monitoria successivamente opposta, spetta al medesimo dare prova dell’intero andamento del rapporto, dall’inizio alla sua conclusione, e dimostrarne la continuità.

Nel caso in esame, il correntista conveniva in giudizio la Banca, promuovendo azione di accertamento negativo del credito in relazione ad un rapporto di conto corrente, avuto riguardo ai tassi di interesse applicati dalla banca, alle commissioni di massimo scoperto, alle modalità di addebito e di accredito delle valute, oltre che all’illegittima capitalizzazione di interessi anatocistici e al superamento del tasso soglia ai fini dell’usura, con conseguente richiesta di rideterminazione del saldo.

Il giudice ha affermato che “nella ripetizione di indebito incombe all’attore fornire la prova sia dell’avvenuto pagamento che della mancanza di causa debendi, comunque per carenza di causa o per indeterminatezza dell’applicazione del meccanismo di calcolo delle valute o alla prospettata necessità di applicare i tassi di interesse nella sola misura legale e non in quella convenzionale o, infine, in punto al superamento del tasso soglia ai fini dell’usura, si ritiene come fosse imprescindibile la produzione in giudizio del contratto di conto corrente. La valutazione della legittimità o meno di dette clausole contrattuali, da parte del giudicante, richiede necessariamente la disamina del contratto regolante le condizioni di conto corrente, sia di quello originariamente sottoscritto fra le parti, sia di quelli eventualmente intervenuti, successivamente, modificativi delle originarie pattuizioni”.

Pertanto, è onere dell’attore indicare e produrre il titolo negoziale sulla base del quale assume la nullità di talune clausole contrattuali, oltre che tutti gli estratti di conto corrente.

Solo in tal modo, infatti, è possibile la ricostruzione dell’andamento completo del rapporto intercorso tra il correntista e la banca, dall’accensione dello stesso sino alla sua chiusura, con la rideterminazione del saldo finale di conto corrente.

Inoltre, il Giudice ha chiarito che “ugualmente e simmetricamente nel caso – opposto peraltro a quello in esame, ma che si segnala per completezza – in cui sia la banca ad agire (in sede di cognizione ordinaria o mediante la richiesta di un decreto ingiuntivo poi opposto dal correntista) – per ottenere il pagamento di un determinato credito, è onere di quest’ultima dare prova dell’intero andamento del rapporto, dall’inizio alla sua conclusione e senza cesure di continuità”.

In considerazione di quanto statuito, il Tribunale di Modena ha rigettato le domande proposte, avendo l’attore sollevato molteplici questioni di nullità di clausole contrattuali senza produrre il relativo contratto di conto corrente.

Tribunale di Modena, 10 gennaio 2019, n. 38

Marco Campoli – m.campoli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mutuo e interessi di mora, l’erroneità della tesi sulla non debenza degli interessi

In un recente caso, trattato dal nostro Studio e che ha visto vittoriosa la Banca convenuta, il Trib...

Contratti Bancari

La Cassazione torna a parlare di usura

Ancora una volta, la Suprema Corte è intervenuta in materia di usura, cercando di portare chiarezza...

Contratti Bancari

La Cassazione torna a parlare di usura

Con riferimento al tasso di mora, la verifica del superamento o meno del tasso soglia va compiuta so...

Contratti Bancari