Notifica all’avvocato…se mi cancelli non vale

Termine per rinotificare: avvocato avvisato…atto nullo salvato

In caso di notifica di un atto da ritenersi nulla e non semplicemente inesistente è necessario, come ovvio, procedere alla rinnovazione della stessa al fine di “sanare” gli effetti dell’atto introduttivo del giudizio. In questi casi, tuttavia, si pone un delicato problema relativo all’individuazione del termine ragionevole entro cui riattivare il procedimento notificatorio. La tematica in oggetto è stata affrontata  di recente da una pronuncia della Suprema Corte (sentenza n. 28269 del 4 novembre).

Nel caso di specie un mediatore ha agito nei confronti sia della parte venditrice di un immobile in corso di costruzione sia della parte acquirente per ottenere il pagamento della provvigione che l’attore riteneva di dover percepire quale compenso per la conclusione della compravendita intercorsa.

Un aspetto degno di nota nella vicenda processuale sfociata e definita dalla Cassazione riguarda il fatto che per il giudice d’appello era da considerarsi irrilevante la questione della conoscibilità o meno da parte del venditore della qualifica e del ruolo di mediatore dell’attore, come del pari era irrilevante che il venditore non avesse conferito al mediatore apposito mandato. Per la Suprema Corte, invece, benché la mediazione possa essere sia tipica che atipica e, pertanto, può ritenersi sussistente un rapporto contrattuale nato anche da un comportamento concludente delle parti, la stessa non può però essere “occulta”, con la conseguenza che la parte tenuta al pagamento della provvigione deve poter essere messa in grado di conoscere l’effettivo ruolo svolto dal mediatore.

Vi  è poi un altro aspetto, forse il maggiore della pronuncia in esame, a rivestire particolare importanza e riguardante il termine da considerarsi “ragionevole” per procedere alla rinnovazione di una notifica nulla. Mentre la notifica del controricorso era andata a buon fine, la notifica del ricorso incidentale non si era perfezionata a causa del trasferimento del procuratore di controparte presso altro domicilio e la circostanza costringeva il notificante a chiedere la rimessione in termini.

La Cassazione osserva, tuttavia, che il trasferimento del legale di controparte era avvenuta molto prima della notifica poi rivelatasi nulla ed era soprattutto stato comunicato all’albo di appartenenza.

In base all’opinione espressa nella sentenza la notifica deve essere eseguita presso l’indirizzo reale del procuratore in quanto il dato personale prevale su quello topografico. In caso di notifica nulla il notificante se vuole conservare gli effetti giuridici ricollegabili alla prima notificazione poi rivelatasi nulla ha l’onere di riattivare il processo notificatorio chiedendo all’ufficiale giudiziario di procedere con un nuovo esperimento di notifica, in difetto, si dovrà propendere per la dichiarazione di inammissibilità del giudizio.

La Cassazione definisce senza equivoci, anche per il futuro, i criteri in base ai quali deve essere valutata la ragionevolezza del termine per procedere a rinotificare un atto la quale costituisce anche il presupposto ed il parametro con cui il giudice deve valutare la meritevolezza di concedere la rimessione in termini. L’errore sul domicilio del destinatario non deve essere imputabile al notificante ed inoltre la nuova notifica deve essere eseguita in un termine corrispondente alla metà di quello stabilito a pena di decadenza.

Cass., Sez. II Civ., 4 novembre 2019, n. 28269

Andrea Asnaghi – a.asnaghi@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Notifica all’avvocato…se mi cancelli non vale

Nella serata di giovedì 5 dicembre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legg...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

In una controversia tra privati, ove il giudice debba vagliare situazioni che presentano aspetti di ...

Diritto Processuale Civile

Attento a come quereli, il falso va provato!

In una recente ordinanza ottenuta dallo Studio, il Tribunale di Nocera Inferiore si è pronunciato i...

Diritto Processuale Civile

X