La mediazione è obbligatoria anche per il fideiussore?

Termine per introdurre la mediazione: conta la data di invio della domanda

Nel caso sottoposto all’esame del giudice fiorentino, veniva assegnato termine di giorni 15 per introdurre il procedimento di mediazione. La parte interessata provvedeva, dunque, entro detto termine ad inviare tramite posta raccomandata l’istanza di mediazione, che però perveniva all’organismo prescelto dopo la scadenza dei 15 giorni.

Il Tribunale, chiamato a pronunciarsi in via preliminare sull’improcedibilità della causa, ha prima di tutto osservato che – ai  sensi del d.lgs. 28/2010 – l’invio delle parti in mediazione costituisce un potere discrezionale dell’autorità giudiziaria, che può essere esercitato “valutata la natura della causa, lo stato dell’istruzione ed il comportamento delle parti”. Ove  la  mediazione  venga  disposta,  il  suo esperimento è condizione di procedibilità della domanda giudiziale.

Ora, secondo l’orientamento del Tribunale di Firenze (che si pone in contrasto con la decisione di altri fori italiani) il termine che viene assegnato ha  natura  perentoria e, di conseguenza, il suo mancato rispetto comporta la decadenza dalla relativa facoltà.

Tuttavia, pur partendo da tale premessa, nel caso di specie il giudice ha rilevato come fosse altresì necessario stabilire se, ai  fini della tempestività della “presentazione” della domanda di mediazione, si debba avere riguardo alla data di deposito della medesima presso l’Organismo adito, ovvero a quella, in caso di utilizzo della posta raccomandata, di invio.

Il Tribunale ha propeso per la seconda tesi. Si legge, infatti, “Invero, anche se la mediazione è adempimento che si svolge in via incidentale ed al di fuori del procedimento giudiziario, non può certo dubitarsi, anche per l’innegabile collegamento ed interdipendenza tra le due procedure sotto il profilo della procedibilità della domanda, che ad esso sia applicabile, eventualmente in via analogica, la disciplina del processo. Ciò posto, il disposto dell’art. 5 d.lgs. 28/2010, nella misura in cui prevede un termine per l’avvio della mediazione, va quindi interpretato  nel  senso  che  ai  fini  della tempestività  dell’incombente  debba  aversi  riguardo  alla  data  di  invio  della  relativa domanda e non dalla sua ricezione e deposito da parte dell’ente destinatario. Tale  soluzione  è  coerente  con  il  principio  più  volte  espresso dalla  Corte  di legittimità, secondo cui, ove debba procedersi a pena di decadenza a notifica di un atto nel rispetto di un termine processuale, è sufficiente che l’atto sia posto in notifica prima della  scadenza,  non  rilevando  invece  che  la  stessa  si  perfezioni  successivamente  per  il destinatario (di recente, si veda Cass., n. 3755/14; 22995/14 nonché Corte cost. sent. n. 447/2002)”.

Altrimenti  argomentando,  si  avrebbe  un  onere  eccessivamente  gravoso  a  carico della parte interessata ad attivare il procedimento, e ciò anche in considerazione della non eccessiva durata del termine previsto dalla legge per tale incombente (15 gg) e della non imputabilità dei ritardi inerenti la trasmissione a mezzo posta e della stessa formalità di deposito.

D’altra parte il termine  di  15  gg  non  è  finalizzato  a  consentire  il  deposito  della domanda di mediazione, bensì, esclusivamente la sua “presentazione” all’organismo di mediazione.

L’utilizzo di termine atecnico, quale quello di “presentazione”, lascia chiaramente intendere che la stessa può attuarsi con modalità tra loro equipollenti, purché comunque idonee a dare certezza legale circa il rispetto del termine concesso”.

Per queste ragioni il G.U. ha rigettato l’eccezione di improcedibilità della domanda attorea.

Tribunale Firenze, 14 settembre 2016 (leggi la sentenza)

Simona Daminelli s.daminelli@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Il Giudice bolognese, nell’invitare le parti di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo ad...

Mediazione bancaria

La mediazione è obbligatoria anche per il fideiussore?

Il Giudizio, concluso con la sentenza in commento, era stato instaurato da due società e dai rispet...

Mediazione bancaria

La parte deve partecipare personalmente alla mediazione

Con l’approfondimento dello scorso 8 maggio avevamo dato conto ai nostri lettori delle novità nel...

Coronavirus

X