Diritto Processuale Civile

Tardiva notifica del decreto ingiuntivo e rimessione in termini

Trib. Varese, 4 ottobre 2012 (leggi la sentenza per esteso

Con sentenza del 4/10/2012, il Tribunale di Varese ha osservato che l’art. 153 c.p.c. (a norma del quale, chi dimostra di essere incorso in decadenze per causa non imputabile, può chiedere al Giudice di essere rimesso in termini) si applica a tutti i termini processuali, ivi compreso quello di cui all’art. 644 c.p.c.

Ne consegue che il creditore, che non abbia potuto procedere alla notificazione del decreto ingiuntivo in modo tempestivo, per causa allo stesso non imputabile (ovvero per una circostanza non evitabile con la normale diligenza), ha diritto ad ottenere la remissione in termini.

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

A seguito dell’istituzione del “domicilio digitale” le notificazioni indirizzate alla parte de...

Diritto Processuale Civile

Con ordinanza interlocutoria, la Cassazione ha disposto la rimessione al Primo Presidente affinché ...

Diritto Processuale Civile

Mario Valentino vs. Valentino

Come anticipato nei precedenti contributi, dallo scorso 31 marzo 2021, è possibile procedere con i ...

Diritto Processuale Civile

X