Diritto dell'Esecuzione Forzata

Sospensione dell’esecuzione: inammissibile se il procedimento si è chiuso con l’assegnazione delle somme

Trib. Lanusei, 10 agosto 2015

E’ quanto affermato di recente dal Tribunale di  Lanusei, chiamato a decidere delle sorti di una procedura di pignoramento presso terzi, rispetto alla quale il debitore esecutato aveva proposto opposizione all’esecuzione.

In particolare, il Giudice adito in sede esecutiva, con ordinanza del 10.08.2015 ha stabilito che: “Per tutto quanto esposto – poiché nell’espropriazione forzata di crediti, la chiusura del processo esecutivo avviene con l’emissione della ordinanza di assegnazione (com’è da tempo affermato dalla Corte Suprema ved. ex multis Sez. 3. Sentenza n. 4505 del 2011), attesa la sua natura e funzione (sulla quale, tra le altre, vedi: Cass. 14 maggio 2013, n. 11566; Cass. 13 aprile 2012, n. 5895; Cass.. 18 gennaio 2012, n. 681); – è di tutta evidenza che l’eventuale provvedimento di sospensione di un’esecuzione che più non sussiste, sarebbe illegittimo”.

Il provvedimento in commento si unisce alla cordata di decisioni della Cassazione intervenute in materia, rafforzando il principio secondo il quale non è possibile far luogo alla sospensione dell’esecuzione se la procedura esecutiva si è chiusa con l’assegnazione delle somme.

28 settembre 2015

Francesco Concio – f.concio@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Il 29.11.2020 la Regione Lombardia è uscita dalla ‘zona rossa’ ed è entrata nella ‘zona aran...

Coronavirus

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

“Le spese per l'iscrizione della ipoteca giudiziaria non possono essere legittimamente liquidate n...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Una recente Ordinanza emessa dalla VI Sezione Civile della Corte di Cassazione ha sancito il princip...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X