Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Se la liquidazione del compenso al custode non vuoi anticipare, l’opposizione devi presentare

Nel processo esecutivo, laddove non si intende contestare il quantum del decreto di liquidazione ma la parte indicata per il pagamento o comunque aspetti diversi dalla determinazione del compenso stesso, devono essere utilizzati gli strumenti oppositivi/impugnativi tipici del processo esecutivo.

Questo è il principio confermato dalla Corte di Cassazione nell’ordinanza in commento.

Nel corso del processo di esecuzione il Giudice ha liquidato il compenso del custode ponendolo a carico del creditore procedente. Quest’ultimo ha proposto ricorso avverso il provvedimento di liquidazione ai sensi del DPR del 30 maggio 2020, n. 115, art 170 sostenendo che il pagamento avrebbe dovuto essere posto a carico del debitore. Il Tribunale ha dichiarato inammissibile l’opposizione. Il Creditore ha così proposto ricorso in Cassazione.

La Corte di Cassazione ha affermato che la decisione impugnata è conforme ai principi di diritto affermati dalla Corte di Cassazione stessa, nel senso che l’ambito applicativo del rimedio di cui all’art 170 T.U.S.G. è limitato alle questioni del quantum della liquidazione, con esclusione di quelle relative all’individuazione della parte tenuta al pagamento in favore dell’ausiliario (cfr Cass., sez. II, ordinanza n. 20971 del 08.09.2017). Per questo motivo è inammissibile il ricorso in Cassazione contro l’ordinanza sull’opposizione ex art 170 del D.P.R. sopra citato qualora i motivi dell’impugnazione attengano all’individuazione della parte tenuta al pagamento della somma liquidata dal Giudice (cfr Cass., sez. II, sentenza n. 6766 del 04.05.2012).

In applicazione dei suddetti principi al processo di esecuzione qualora non si voglia contestare il quantum della liquidazione del custode, ma la parte a carico della quale è stato posto il pagamento del compenso, dovranno essere utilizzati gli indicati strumenti oppositivi/impugnatori tipici del processo esecutivo. “Più precisamente: a) va proposto il reclamo di cui all’art 630 cpc per contestare i provvedimenti in tema di estinzione (per causa tipica) e quelli consequenziali emessi contestualmente o successivamente) aventi ad oggetto al regolamentazione e la liquidazione delle spese del processo estinto nei rapporti tra le parti dello stesso; b) va proposta opposizione agli atti esecutivi di cui all’art 617 cpc per contestare i provvedimenti di improcedibilità e/o chiusura anticipata del processo esecutivo, nonché tutti gli ulteriori provvedimenti del giudice dell’esecuzione consequenziali all’estinzione per causa tipica che alla dichiarazione di improcedibilità o chiusura anticipata della procedura …emessi ai sensi dell’art.632 cpc, tra i quali rientrano certamente quelli di liquidazione dei compensi degli ausiliari, sono soggetti ad impugnazione con lo strumento dell’opposizione agli atti esecutivi di cui all’art 617 c.p.c. e non con quello del reclamo di cui all’ar. 630 c.p.c.”

La Corte precisa, altresì, che ai sensi dell’art 95 c.p.c. le spese del processo vengono sempre anticipate dal creditore procedente che potrà recuperarle all’esito dell’espropriazione dei beni del debitore, da ciò deriva che le spese liquidate dal Giudice sono poste solo provvisoriamente a carico del creditore procedente.

Per tutti i motivi sopra esposti La Corte ha rigettato il ricorso e condannato il ricorrente al pagamento dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per il ricorso.

Cass., Sez. III, 30 luglio 2021, n. 21874

Sara Rovigo – s.rovigo@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

I fatti di cui all’ordinanza di rimessione in commento si inseriscono nel panorama del riparto de...

Diritto Processuale Civile

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Con la sentenza in esame il Tribunale di Roma ha ritenuto infondato il ricorso in opposizione all...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

In una recente sentenza ottenuta dallo Studio, il Tribunale di Catania in composizione collegiale s...

Diritto Processuale Civile

X