Diritto dell'Esecuzione Forzata

Rilievo d’ufficio dell’estinzione per mancato o tardivo deposito della documentazione ipocatastale

L’ordinanza emessa dal Tribunale di  Vicenza l’11 maggio u.s. rigetta l’istanza di sospensione, rigetta l’istanza di estinzione e condanna la Banca Popolare di Marostica scarl al pagamento delle spese.

La suddetta Banca Popolare di Marostica fece opposizione alla procedura esecutiva ex art. 567 c.p.c. per il caso del tardivo deposito della documentazione ipo-catastale; tale documentazione deve essere depositata entro 120gg dal deposito dell’istanza di vendita e deve consistere nel certificato delle iscrizioni e delle trascrizioni relative all’immobile pignorato effettuate nei 20 anni anteriori alla trascrizione del pignoramento e nel estratto catastale.

Il codice prevede anche che possa essere sostituita e che possano essere prorogati i termini qualora i creditori o l’esecutato facciano istanza per giusti motivi al G.E., qualora la documentazione sia incompleta e/o che siano decorsi i termini della proroga il G.E., anche d’ufficio, dichiara l’inefficacia del pignoramento e dispone la cancellazione della trascrizione del pignoramento ed inoltre l’estinzione del processo esecutivo se non vi sono altri beni pignorati.

Non avendo la Banca Popolare di Marostica eccepito la decadenza relativa al mancato e tardivo deposito della documentazione ipocatstale nei tempi indicati in procedura ed essendo ora la stessa in una fase successiva ovvero l’udienza ex art. 569 c.p.c. essa non può chiedere l’estinzione della procedura.

Inoltre la suddetta Banca non era intervenuta nella procedura e avendo un’ipoteca giudiziale iscritta dopo l’inizio della procedura esecutiva e quindi di grado inferiore aveva l’interesse a far estinguere la stessa. I giudici però hanno rigettato il riscorso perché secondo l’art. 630 c.p.c. l’ estinzione opera non oltre la prima udienza successiva al verificarsi della stessa, quindi nel caso di specie non può più essere eccepita come la sospensione.

 

(Camilla Tempini – c.tempini@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Il Tribunale di Bari con l’Ordinanza in commento, si è pronunciato su una delle tematiche introdo...

Coronavirus

Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Il Tribunale di Torre Annunziata in persona del Giudice dell’Esecuzione, dott.ssa Anna Maria Diana...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

È ormai noto che l’emergenza sanitaria ha rivoluzionato il nostro modo di lavorare, spingendo att...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X