Vigilanza

Rilevazione dei tassi effettivi globali medi ai sensi della legge 108/96

La rilevazione dei tassi effettivi globali (TEG) medi ai sensi della legge 7 marzo 1996, n. 108 (Disposizioni in materia di usura) è attualmente realizzata mediante tecniche differenti, a seconda dei soggetti interessati.
Nello specifico, si richiede l'invio delle segnai azioni da parte di tutte le banche e le società finanziarie iscritte nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 (TUB); per quanto concerne, invece, le finanziarie iscritte nell'elenco generale di cui all'art. 106 TUB, è previsto il coinvolgimento di un campione statisticamente rappresentativo.
E', tuttavia, ritenuto utile apportare una modifica a tale sistema: si intende, infatti, estendere la menzionata prassi dell'invio delle segnalazioni a tutte le società iscritte nell'attuale elenco di cui all'art. 106 TUB, con un'unica eccezione per le società costituite ai sensi della legge 30 aprile 1999, n. 130 (Disposizioni sulla cartolarizzazione dei crediti).
La ratio di tale estensione risiede nella duplice esigenza di ottenere una maggiore rappresentatività delle società finanziarie nella determinazione dei TEG medi e di realizzare un monitoraggio più meticoloso sul costo del credito per tutti gli operatori.

(Arianna Iadecola – a.iadecola@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

Banca d’Italia, con la Comunicazione dello scorso 23 ottobre 2020, ha dato attuazione agli Orienta...

Vigilanza

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

In tema di scambio automatico di informazioni su conti finanziari, con il decreto del Ministro dell...

Vigilanza

Mario Valentino vs. Valentino

Banca d’Italia ha posto in consultazione pubblica un documento illustrativo delle integrazioni che...

Coronavirus

X