La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Riconvenzionale nei confronti dell’Assicurazione e della Finanziaria: delle due l’una

Anzi, dal tenore della domanda riconvenzionale formulata dagli opponenti e dalla documentazione contabile dai medesimi prodotta a conforto della stessa (cfr. doc. 14: rendiconto credito al consumo [..]) si evince che proprio nel periodo in esame le rate del finanziamento sono state corrisposte dalla […] la quale, infatti, ne ha chiesto il rimborso sul presupposto che il versamento doveva essere effettuato dalla […] in quanto coperto dalla polizza assicurativa a garanzia dell’evento invalidità temporanea assoluta. L’eventuale riconoscimento del diritto dell’opponente di ottenere, nell’arco temporale in oggetto, sia il rimborso delle rate corrisposte che lo sgravio della sua posizione debitoria dedotta nel ricorso monitorio, oltre a costituire una contraddizione in termini, per la ragione da ultimo esaminata, costituirebbe, anche a voler valorizzare la circostanza della indeterminatezza del periodo temporale a cui si riferisce, in concreto, la maturazione della posizione creditoria fatta valere con il ricorso monitorio, una sorta di indebito arricchimento dell’opponente, la quale vedrebbe duplicati in tal modo gli effetti favorevoli, a lei riferibili, della copertura di polizza assicurativa”.

Questo è quanto recentemente deciso dal Tribunale di Velletri, il quale, investito di una domanda riconvenzionale formulata sia nei confronti della Compagnia Assicurativa sia nei confronti di una società Finanziaria assistita dallo Studio, è giunto alla conclusione che l’accoglimento dell’una esclude necessariamente l’accoglimento dell’altra.

Peraltro, precisa il Tribunale adito, la conclusione non avrebbe potuto essere che questa, poiché in caso contrario vi sarebbe stato un indebito arricchimento dell’opponente, con conseguente duplicazione degli effetti favorevoli derivanti dall’accoglimento delle due domande.

Per questa ragione, delle due l’una.

Tribunale di Velletri, 24 ottobre 2017 n. 2982

Francesco Concio – f.concio@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il Tribunale di Cassino, con una recentissima ordinanza, si è allineato a quella Giurisprudenza ch...

Credito Al Consumo

La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Il Tribunale di Catania offre degli spunti interessanti in tema di onere della prova e usura, chiare...

Credito Al Consumo

Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Una volta verificatosi l’inadempimento, l’unico tasso d’interesse di mora rilevante ai fini de...

Credito Al Consumo

X