Vigilanza

Richiesta di divulgazione di informazioni ai sensi dell’art. 114 T.U.F.

In materia di Emittenti, segnaliamo ai lettori di Iusletter il recente intervento dell’Autorità di vigilanza, con il quale la Consob ha richiesto ad un emittente di integrare e diffondere al mercato la relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle materie all’Ordine del Giorno in Assemblea concernente la maggiorazione del voto delle azioni della società.

In particolare, con riferimento alla relazione illustrativa predisposta dal Consiglio di Amministrazione relativamente alla proposta all’Ordine del Giorno dell’Assemblea Straordinaria volta a deliberare in relazione alle modifiche statutarie ex art. 127 quinquies del T.U.F. (“Maggiorazione del voto”, norma inserita dall’art. 20 del D.L. 24 giugno 2014, n. 91, come modificata dalla legge di conversione 11 agosto 2014, n. 116), al fine di assicurare agli azionisti e al mercato un quadro informativo completo circa le concrete modalità di introduzione del diritto di voto maggiorato e le ricadute sulla contendibilità della società, la Consob ha richiesto all’emittente di:

1)       illustrare gli effetti che l’introduzione del voto maggiorato comporterebbe sugli assetti proprietari dell’emittente, indicando nello specifico la percentuale di diritti di voto che l’attuale azionista di maggioranza verrebbe a detenere nell’ipotesi che (i) detto azionista chieda la maggiorazione del voto sull’intera partecipazione attualmente detenuta e che (ii) nessun altro azionista chieda tale maggiorazione;

2)       illustrare l’iter decisionale seguito nella formulazione della proposta, indicando le modalità di valutazione dell’interesse della società all’adozione del voto maggiorato, nonché l’eventuale coinvolgimento di comitati consiliari nella elaborazione e valutazione della proposta, anche alla luce della composizione del consiglio di amministrazione;

3)       tenuto conto della struttura proprietaria della società, indicare se siano eventualmente pervenute valutazioni da parte degli azionisti di minoranza dell’emittente in merito (i) all’introduzione del voto maggiorato e (ii) agli eventuali effetti di quest’ultima sul prezzo del titolo, in considerazione dei possibili mutamenti nella distribuzione dei diritti di voto; in tal caso indicare quali sono le valutazioni del consiglio di amministrazione in merito agli orientamenti degli azionisti di minoranza sulla delibera assembleare in esame.

La Commissione ha inoltre richiesto che tali informazioni fossero oggetto di apposita integrazione della relazione illustrativa pubblicata ai sensi dell’art. 125 ter T.U.F. (“Relazione sulle materie all’Ordine del Giorno”).

Inoltre, di tale integrazione è stato ulteriormente richiesto di darne altresì notizia con apposito comunicato stampa diffuso al mercato con le modalità previste dal Regolamento Emittenti, precisando che la suddetta integrazione è stata richiesta dalla stessa Autorità.

10 giugno 2015

Luca Bettinelli – l.bettinelli@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

In tema di scambio automatico di informazioni su conti finanziari, con il decreto del Ministro dell...

Vigilanza

Mario Valentino vs. Valentino

Banca d’Italia ha posto in consultazione pubblica un documento illustrativo delle integrazioni che...

Coronavirus

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

L’aggiornamento delle Disposizioni di Vigilanza in attuazione delle linee Guida EBA Con il trenta...

Vigilanza

X