Crisi e procedure concorsuali

Revocatoria fallimentare delle rimesse in conto corrente bancario

Recentemente la Cassazione Civile, con sentenza n. 6789 del 4 maggio 2012, in tema di revocatoria fallimentare, ha affermato il principio secondo il quale la mancata indicazione dei singoli versamenti di cui si chiede la revoca non comporta l’indeterminatezza dell’oggetto e del titolo della domanda.

Al fine di identificare tali elementi ad avviso della Corte è sufficiente che la parte indichi il conto corrente sul quale affluiscono le rimesse e l’arco temporale in cui sono state effettuate.

Ad avviso dei giudici di legittimità è sufficiente poi la mera precisazione dell’importo complessivo delle rimesse, importo rappresentato dalla somma di cui si chiede la restituzione.

Nel caso di specie la Corte, in applicazione di tale principio, ha ritenuto che “l’indicazione del numero di conto corrente bancario sul quale erano affluite le rimesse di cui era stata richiesta la revoca, la determinazione dei periodi di tempo nei quali le stesse erano comprese e la precisazione che la domanda si riferiva a tutte le rimesse effettuate su quel conto nei predetti periodi, unitamente all’enunciazione, almeno per uno di essi, dell’importo complessivo delle rimesse ritenute revocabili, costituivano elementi sufficienti a consentire alla convenuta l’individuazione dell’oggetto della domanda, soprattutto se si considera che la Banca era in possesso di tutta la documentazione relativa al conto corrente”.

Quanto statuito dalla Corte con la pronuncia in esame trova riscontro nella prevalente giurisprudenza di legittimità.

Alla luce dell’attuale quadro giurisprudenziale parrebbe superato  l’orientamento dei giudici di merito che richiedevano, invece, la specifica individuazione dei singoli atti ritenuti solutori ai fini della corretta individuazione dell’oggetto e del titolo della domanda. Sul punto, naturalmente, attendiamo di vedere in che modo si orienteranno i giudici: terremo informati i nostri Lettori.

(Laura Martone – l.marone@lascalaw.com)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Come noto il comma 6 dell’articolo 4 del Decreto Legge n. 118/2021 (non modificato in sede di con...

Crisi e procedure concorsuali

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Forlì ha dichiarato ammissibile una proposta di accordo di composizione della cris...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

La Corte con la sentenza in commento ha cassato la decisione del Tribunale che aveva ammesso al pas...

Crisi e procedure concorsuali

X