Vigilanza

Revisione delle disposizioni in materia di politiche e prassi di remunerazione e incentivazione

Banca d’Italia ha pubblicato il documento posto in pubblica consultazione contenente alcune modifiche delle Disposizioni del 30 marzo 2011 in materia di politiche e prassi di remunerazione e incentivazione nelle banche e nei gruppi bancari, volte a recepire le innovazioni introdotte dalla direttiva 2013/36/UE (c.d. CRD 4).

Tale direttiva, seppur lasciando invariato per linee generali  l’impianto e i principi cardine della attuale disciplina, apporta alcuni importanti cambiamenti.

In particolare prevede:

a)    l’introduzione di un limite massimo di 1:1 al rapporto tra la componente variabile e quella fissa della remunerazione;

b)   l’attribuzione all’assemblea dei soci, a discrezione di ciascuno Stato membro, del potere di approvare un limite più elevato al rapporto di cui sopra, nel rispetto delle condizioni ed entro i limiti definiti dalla direttiva stessa;

c)    il rafforzamento delle previsioni in materia di meccanismi di aggiustamento per i rischi ex post; agli indicatori quantitativi ora previsti, legati al raggiungimento dei risultati, sono aggiunti indicatori di carattere qualitativo, legati alla condotta tenuta dal personale nel corso del proprio rapporto di lavoro con la banca;

d)   la previsione di limiti alle remunerazioni variabili in caso in cui le banche non rispettino specifici requisiti di capitale;

e)   l’attribuzione all’EBA del potere di definire regulatory tecnical standards (RTS) su (i) i criteri qualitativi e quantitativi per l’identificazione del personale più rilevante e (ii) le caratteristiche degli strumenti finanziari da utilizzare per il riconoscimento delle remunerazione variabili;

f)     la revisione di altre regole già contenute nella c.d. CRD 3.

Il recepimento della CRD 4 rappresenta inoltre l’occasione per coordinare le disposizioni sui sistemi di remunerazione e incentivazione con altri provvedimenti emanati di recente dalla Banca d’Italia (ad esempio, la nuova disciplina in materia di controlli interni) o in corso di revisione (quali la normativa in materia di organizzazione governo societario anch’essa da aggiornare in connessione con il recepimento della CRD 4), e con il prossimo avvio del Single Supervisory Mechanism.

Il testo contiene inoltre precisazioni e chiarimenti, opportuni alla luce dell’esperienza applicativa maturata, sulle modalità di applicazione corretta delle norme, che riguardano il principio di proporzionalità, la remunerazione di particolari figure aziendali, i compensi pattuiti in caso di cessazione anticipata del rapporto di lavoro.

Le disposizioni sono infine integrate con la normativa in materia di promotori finanziari e altre figure similari, sulla scia dei chiarimenti forniti in risposta alla consultazione sulle modifiche al regolamento congiunto Banca d’Italia- Consob, poi emanate con il provvedimento del 25 luglio 2012.

Le disposizioni, come si legge, si applicheranno anche alle prestazione dei servizi di investimento, in forza dei rinvii contenuti nel Regolamento congiunto Banca d’Italia-Consob (come modificato con il provvedimento del 25 luglio2012 di recepimento della direttiva 2010/76, cd. CRD 3). La CRD 4, infatti, disciplina unitariamente banche e imprese d’investimento.

Il documento, insieme con il resoconto della consultazione nonché i commenti ricevuti è liberamente consultabile sul sito di Banca d’Italia nella sezione Vigilanza, consultazioni concluse la cui normativa è già stata emanata.

26 novembre 2014

Ornella Carleo – o.carleo@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

L’European Banking Authority (“EBA”), in seguito agli sviluppi della pandemia COVID-19 e consi...

Vigilanza

Mario Valentino vs. Valentino

I recenti Orientamenti dell’Autorità bancaria europea hanno fornito chiarimenti sulla compilazion...

Vigilanza

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Nella Gazzetta Ufficiale n. 220 del 4 settembre 2020 è stato pubblicato il Decreto del Ministero de...

Vigilanza

X