Contratti Bancari

Responsabilità della banca per ritardo nella comunicazione al cliente circa l’assegno sottratto

Cass., 13 giugno 2013, Sez. Lav., n. 14838 (leggi la sentenza per esteso)

Con la sentenza in commento la Corte di Cassazione si è espressa in punto di responsabilità della Banca negoziatrice derivante dal ritardo nell’informativa sulla sottrazione del titolo, impedendo così al cliente l’esperimento delle azioni di recupero del controvalore.

L’Autorità adita ha concluso per la responsabilità della Banca negoziatrice, in applicazione del principio generale di cui all’art. 1229 c.c., con conseguente colpa grave imputabile alla banca secondo le valutazioni effettuate nel precedente grado di giudizio.

Infatti, riportandosi a un precedente giurisprudenziale (Cass. n. 19912/2011), i giudici di legittimità hanno ritenuto di non entrare nel merito della valutazione della “gravità” della colpa, in quanto la motivazione sottesa alla decisione del Giudice a quo risultava adeguata e non illogica.

(Carmela Prencipe – c.prencipe@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Fideiussore legale rappresentante della Società garantita

Recentemente, il Tribunale di Padova, con sentenza n. 630 del 02/04/2021, prendendo posizione in mer...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

La tematica della presunta nullità delle fideiussioni per contrarietà alla legge n. 287/2020 (“N...

Contratti Bancari

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Vicenza si occupa di un argomento tanto noto nell’ambito del contenzioso bancario,...

Contratti Bancari

X