L’interesse è concreto. Se non ripeti, che interesse c’è?

Il recesso del socio di S.p.A. con durata superiore alla vita umana

Deve considerarsi illegittimo il recesso del socio da una S.p.A. la cui durata ecceda la vita umana, ex. art. 2437, c.3, c.c.. Il Tribunale di Milano afferma che, a norma dell’art. 2437 c.c., non è ammesso il recesso del socio da una società di capitali la cui durata statutaria sia superiore alla vita umana media, limitando i casi di recesso solo alle società aventi durata indeterminata; tale massima si contrappone alla facoltà di recedere prevista per i soci delle società di persone, secondo quanto espresso dall’art. 2285 c.c. dove “ogni socio può recedere dalla società quando questa è contratta a tempo indeterminato o per tutta la vita di uno dei soci”.

Risulta utile ricordare che con la riforma societaria del 2003, il Legislatore ha previsto la costituzione di società di capitali a tempo indeterminato, riconoscendo allo stesso tempo ai soci il diritto di recesso senza fornire alcuna motivazione (c.d. ad nutum); la riforma però non prevede per tali società un’equiparazione tra società a tempo indeterminato e società la cui durata superi l’arco di una vita umana media. La sentenza commentata si inserisce dunque nel dibattito giurisprudenziale sull’ammissibilità o meno di tale parallelismo a livello interpretativo.

Il Tribunale di Milano, seguendo la giurisprudenza della Cassazione (vd. sentenza n. 9662/2013), ha affermato che l’istituto del recesso nelle società di capitali deve essere inteso come:

  • strumento tramite cui il socio di minoranza, dissenziente rispetto a fattispecie di modificazioni statutarie, possa uscire dalla società;
  • strumento negozialmente ampliabile oltre la fattispecie normative (art. 2437 c.c.);
  • contrappeso alla possibilità di una durata indeterminata delle società di capitali.

Pertanto, a fronte di quanto sopra considerato, “tale favor non può portare ad un’estensione dell’applicabilità delle norme in tema di recesso fuori dalle ipotesi specificatamente previste, trattandosi in ogni caso di un istituto comportante la possibilità di un depauperamento della società e rispetto ai presupposti del quale va dunque preferita una interpretazione restrittiva, come sottolineato tra l’altro dalla sent. Cass. Civ. n. 13845/2019”.

Nel caso di specie, la parte attrice aveva inoltre adottato un’interpretazione analogica dell’art. 2437 c.c. con l’art. 2285 c.c., chiedendo infatti che fosse dichiarato legittimo il recesso in virtù della durata statutaria eccessivamente lunga della società. Tale interpretazione però risultava infondata stante la diversa natura delle società di capitali e quelle di persone le quali, dato il loro carattere personale, devono basarsi sul tempo delle persone fisiche.

In conclusione, salvo i casi limite di durata pluricentenaria, considerando quindi che il termine di una società di capitali si riferisca allo svolgimento di una data attività economica, non essendo peraltro ricavabile un parametro oggettivo predefinito per la valutazione di abnormità della durata statutaria, risulta illegittimo il recesso del socio da una società di capitali la cui durata ecceda la vita media umana.

Per un ulteriore approfondimento, il tema è stato trattato anche in “Illegittimo il recesso se la durata della s.r.l. supera l’aspettativa di vita del socio”.

Tribunale di Milano, sentenza del 4 aprile 2019

Gianluca Guerrini – g.guerrini@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ascolta il nostro podcast IusPod – tutto il diritto che conta a questo link.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

In ambito societario, l’art. 2475-ter c.c. dispone che il contratto concluso dal rappresentante pu...

Corporate

Collegio Sindacale: non indugiare, agisci!

Il Collegio Sindacale, pur in presenza di una condotta omissiva dell’organo amministrativo, ha il ...

Corporate

Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

In assenza di delibera dell’organo sociale, o di successiva ratifica, qualsiasi atto espletato da ...

Corporate

X