A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Prorogata sino all’11 maggio la sospensione dei termini processuali

E’ stata approvata, ieri sera, dal Consiglio dei Ministri la proroga dei termini di sospensione delle attività processuali già previsti dal Decreto Cura Italia. Come ricorderete tale Decreto aveva sostanzialmente disposto il blocco delle attività processuali, con le sole eccezioni ivi previste, sino al 15 aprile.

Ora tale termine è stato ulteriormente prorogato sino all’ 11 maggio, su tutto il territorio nazionale.

Tale proroga era stata oggetto, negli scorsi giorni, di una espressa richiesta da parte dellAssociazione Nazionale Magistrati, che aveva prospettato il rischio, con la piena riapertura dei Tribunali, di esporre migliaia di persone al contagio da coronavirus vista “l’assenza di dispositivi e misure di protezione“. L’impossibilità di rispettare le distanze di sicurezza sia nelle aule di giustizia sia negli uffici delle cancellerie avrebbe fatto aumentare il rischio di contrarre il Covid-19.

Ed è proprio questa la finalità che ha ispirato il provvedimento: “tutelare la salute di tutti gli utenti della giustizia ed essere pronti a ripartire” come ha illustrato il Ministro della Giustizia sottolineando che restano ferme le eccezioni già previste dal Decreto Cura Italia.
Il Consiglio Superiore della Magistratura ha inoltre chiesto di assicurare “con la massima tempestività e continuità“, gli strumenti necessari e l’assistenza tecnica necessaria al lavoro da remoto anche del personale amministrativo.
Difficile dire quali saranno le conseguenze dello slittamento delle udienze per un arco temporale così lungo e l’impatto su un sistema giudiziario che, per quanto snellito rispetto a una decina di anni fa, è tuttora lento e appesantito. Il rischio infatti è che, a partire dal 12 maggio (ipotizzando questa volta che non vi saranno ulteriori proroghe), si verrà a creare un arretrato di cause sospese difficile da smaltire.

Luciana Cipolla – l.cipolla@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Torniamo oggi ad occuparci di una tematica fondamentale per i creditori in questo periodo di crisi e...

Coronavirus

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Laddove ricorrano i presupposti per l’applicazione dell’art. 54 ter della Legge di Conversione d...

Coronavirus

Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

Banca d’Italia, a seguito di una serie di richieste di chiarimento pervenute sia da parte degli in...

Vigilanza

X