Diritto Processuale Civile

Procuratore domiciliatario: inesistenza degli atti di impulso processuale

Cass., Sez. III Civile, 10 ottobre 2014, n. 21414

Con la  Sentenza nr. 21414 del 10 ottobre 2014, la III Sezione Civile della Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi in materia di procuratore domiciliatario.

Il caso, portato all’attenzione degli Ermellini, prende le mosse dall’asserita inammissibilità del controricorso  per difetto radicale ed insanabile di notifica.

Infatti, con memoria all’uopo depositata, il ricorrente ha sostenuto che il controricorso fosse stato notificato a mezzo posta ad iniziativa del “mero domiciliatario”, sfornito di idonea procura.

La Corte, sulla scia delle procedenti pronunce in materia, ha ritenuto l’eccezione fondata.

In particolare, secondo la ricostruzione degli Ermellini, “Il procuratore che sia semplice domiciliatario è infatti abilitato alla sola ricezione, per conto del difensore, delle notificazioni e comunicazioni degli atti del processo e non anche al compimento di atti di impulso processuale (quale, nella specie, la notifica del controricorso)”.

L’iter logico-argomentativo trova la propria ratio nell’art. 1 della legge 21 gennaio 1994, n. 53, a mente del quale “solo l’avvocato munito di procura alle liti può eseguire direttamente le notifiche”.

Pertanto, “la notifica eseguita dal procuratore semplice domiciliatario è da ritenere inesistente anziché nulla, con conseguente impossibilità di applicare l’istituto della sanatoria per raggiungimento dello scopo, prevista dall’art. 156 c.p.c. per i soli casi di nullità (Cass n. 357/2011)”.

La pronuncia della Suprema Corte arricchisce di una ulteriore fattispecie il catalogo giurisprudenziale e dottrinale dell’inesistenza della notificazione: qualora “le attività di notificazione non siano eseguite dal difensore ma dal domiciliatario neppure a tanto delegato, il suindicato principio non può che trovare piena applicazione”.

30 ottobre 2014

Pamela Balducci – p.balducci@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

“L’inserimento del ISC nel contratto e nel documento di sintesi assolve ad una funzione merament...

Diritto Processuale Civile

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

In materia di notificazioni al difensore, a seguito dell’introduzione del domicilio digitale, cor...

Diritto Processuale Civile

Costruzione di nuovi edifici: la relazione energetica non vincola l’appaltatore

È stato dichiarato viziato da invalidità formale il processo esecutivo avviato senza che sia stata...

Diritto Processuale Civile

X