Diritto Processuale Civile

Come qualificare il reclamo al Collegio? La parola alle Sezioni Unite

Il tema in esame è di grande rilevanza, avendo ad oggetto l’applicazione dei principi di cui agli artt. 121 c.p.c. e 156, comma 3 c.p.c., sulla libertà delle forme degli atti processuali e sulla sanatoria della nullità dell’atto per raggiungimento dello scopo.

Il punto in questione attiene alla qualificazione del reclamo al collegio, di cui all’art. 630 c.p.c. comma 3, come atto introduttivo di un autonomo procedimento contenzioso, quindi escluso dall’obbligo di proposizione in via telematica o, diversamente, quale atto da depositare in seno al procedimento esecutivo in essere, quindi in via telematica.

La differenza non è di poco conto in considerazione che, nella seconda ipotesi, potrebbe essere depositato unicamente con la forma telematica.

Dalla qualificazione della natura del reclamo al Collegio discendono, infatti, diverse conseguenze sulla validità degli atti del processo.

La questione in esame nasce dalla proposizione del reclamo avverso l’ordinanza di estinzione di una procedura esecutiva immobiliare, sospesa ex art. 624 bis c.p.c.

Il giudice dell’esecuzione, in accoglimento dell’istanza formulata dal debitore, aveva dichiarato l’estinzione della procedura esecutiva, in quanto l’istanza di riassunzione era stata depositata nel corso del periodo di sospensione, erroneamente individuando il dies a quo entro cui decorrono i termini per la riassunzione.

Il Collegio accoglieva il reclamo e revocava l’ordinanza di estinzione.

La sentenza veniva impugnata innanzi la Corte d’Appello che rigettava l’impugnazione.
La vicenda è così giunta all’esame della Corte di legittimità.

Con il primo motivo di ricorso, il ricorrente lamentava l’errata individuazione del termine finale per la riassunzione al giudice dell’esecuzione. L’art. 624, comma 2 c.p.c., statuisce che l’istanza di riassunzione debba essere depositata entro dieci giorni dalla scadenza del termine di sospensione della procedura esecutiva. Ne consegue che il dies a quo decorre dalla scadenza del termine di sospensione del processo esecutivo e non prima.

Quello che in questa sede interessa è, però, la disamina del terzo motivo di ricorso, relativo al deposito del reclamo al collegio, avvenuto in forma cartacea anziché in via telematica, che assume carattere preliminare.

Occorre quindi individuare la natura del reclamo avverso l’ordinanza che dichiara l’estinzione del processo esecutivo.  

La questione è di non poco conto.

Infatti, se si considera il reclamo un atto endoprocedimentale, ne consegue che l’atto debba essere firmato e trasmesso con modalità telematiche. Se depositato in forma cartacea è da considerarsi giuridicamente inesistente.

Nel caso di specie, questo aspetto non è stato considerato dalla Corte d’Appello, che ha rigettato l’impugnazione, ritenendo sanato il vizio dell’inesistenza dell’atto di reclamo.

Diversamente, se il reclamo al Collegio, di cui all’art. 630 – comma 2 c.p.c., fosse considerato come atto introduttivo di un autonomo procedimento contenzioso, sarebbe escluso dall’obbligo di proposizione in via telematica.

I pochi precedenti giurisprudenziali nell’ambito delle procedure esecutive non consentono di individuare un orientamento sul punto e la rilevanza processuale del tema impone la rimessione alle Sezioni Unite. 

Staremo a vedere!

Cass., Sez. III, Ord., 21 luglio 2021, n. 20844

Beatrice Vallone – b.vallone@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Con la sentenza in esame il Tribunale di Roma ha ritenuto infondato il ricorso in opposizione all...

Diritto Processuale Civile

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Nel processo esecutivo, laddove non si intende contestare il quantum del decreto di liquidazione ma...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

In una recente sentenza ottenuta dallo Studio, il Tribunale di Catania in composizione collegiale s...

Diritto Processuale Civile

X