La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Procedura di liquidazione del patrimonio e giudizio di omologa

Il Tribunale di Verona, con il decreto in esame, ha disposto che, nell’ambito della procedura di sovraindebitamento ex L.3/2012, “la sospensione dell’inizio e della prosecuzione delle procedure esecutive deve essere disposta non fino alla omologazione – come previsto dall’art. 14 quinquies Legge 3/2012 – ma fino all’emanazione del decreto di chiusura della procedura, e ciò in quanto il provvedimento di omologazione non è previsto per la procedura di liquidazione”.

Nel caso di specie, con decreto di apertura della fase di liquidazione del patrimonio ex art. 14 quinquies legge n. 3/2012, il presidente del Tribunale di Verona, sezione fallimentare, aveva disposto il c.d. “blocco protettivo” delle procedure esecutive “sino al momento in cui il provvedimento di OMOLOGAZIONE diventerà definitivo”.

Avverso il decreto ex art. 14 quinquies L. 3/2012, veniva depositata, da soggetto interessato, istanza ex art. 742 c.p.c. al fine di ottenere la modifica di detto decreto nella parte dispositiva che prevedeva la omologazione della liquidazione.

Il Tribunale, ritenuta corretta l’istanza di correzione del decreto di apertura della fase di liquidazione, ha stabilito che il divieto di iniziare o proseguire azioni esecutive, deve ritenersi vigente fino all’emanazione del provvedimento di chiusura della procedura di sovraindebitamento, disponendo, dunque, che “la sospensione dell’inizio e della prosecuzione delle procedure esecutive prosegua fino al decreto di chiusura della procedura”.

Si ricorda ai Lettori, infatti, che la procedura di liquidazione del patrimonio – procedura di sovra indebitamento introdotta nel nostro ordinamento dall’art. 18 del D.L. n. 179/2012, convertito in L. n. 221/2012 – non prevede, processualmente, alcun giudizio di omologa, esperibile in concreto soltanto per il piano del consumatore e per l’accordo con i creditori.

Trib. Verona, 7 luglio 2016 (leggi la sentenza)

Antonella Mafricaa.mafrica@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

La proposta di accordo con i creditori che pregiudica i diritti dei creditori nei confronti dei coob...

Crisi e procedure concorsuali

La Cassazione torna ad esprimersi sulla questione del termine per insinuare al passivo i crediti sor...

Crisi e procedure concorsuali

Contratto preliminare e fallimento del promittente venditore

Il Tribunale di Roma è tornato sul tema della prescrizione dei crediti ammessi a procedure concorsu...

Crisi e procedure concorsuali

X