Corporate

Principi di correttezza e buona fede, un ulteriore limite alla liberta’ di voto

Trib. Novara, 21 gennaio 2010

Massima: “L’esigenza – avvertita anche in seno all’insegnamento giurisprudenziale oltre che nel dibattito accademico – di reprimere gli abusi della maggioranza a danno esclusivo della minoranza viene parametrata ai principi generali di correttezza e buona fede nell’attuazione del contratto: principi, questi, che, secondo l’ormai consolidato orientamento espresso anche dalla giurisprudenza di legittimità, trovano il proprio appiglio normativo nella generalklausel dell’articolo 1375 c.c., a sua volta tessuto, senza soluzione di continuità, con l’ulteriore clausola generale di cui all’articolo 1175 c.c. e, (a monte), con l’obbligo generale di solidarietà portato dall’articolo 2 Cost.. In questo senso, in effetti, è possibile ravvisare nei citati principi di correttezza e buona fede esecutive, un ulteriore limite alla libertà di voto: pervenendosi, così, ad affermare l’annullabilità della delibera quando la stessa sia ispirata dal solo scopo di danneggiare singoli soci. Sotto il profilo normativo si tratta di connotare come “abuso di maggioranza”, o “eccesso di potere’ in danno del socio di minoranza, l’adozione della delibera impugnata, riconducendo detto vizio alla generica “non conformità alla legge” di cui al comma primo del citato articolo 2479-ter c.c.. Mette conto, tuttavia, evidenziare come l’annullamento di delibere assembleari per abuso del diritto di voto passi necessariamente attraverso una prova estremamente analitica, offerta dal socio di minoranza, che la delibera e stata presa intenzionalmente al solo fine di ledere la sua posizione nella società.”

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Collegio Sindacale: non indugiare, agisci!

L’efficacia tra le parti del trasferimento di quote di società a responsabilità limitata è ret...

Corporate

Omessa dichiarazione: per la punibilità del prestanome è necessario che questi persegua il dolo specifico

La concessione di vendita - contratto atipico in virtù del quale il concessionario ha l’obbligo ...

Corporate

Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

Il Tribunale di Torino ha affrontato la tematica della responsabilità precontrattuale con riguardo ...

Corporate

X