Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Prescrizione: quando il processo esecutivo ha efficacia interruttiva permanente

“In tema di prescrizione, l’efficacia interruttiva permanente determinata dall’introduzione del processo esecutivo, è estesa anche al coobbligato e si protrae fino al momento in cui la procedura abbia fatto conseguire al creditore procedente, l’attuazione coattiva del suo diritto, ovvero, alternativamente, fino alla chiusura anticipata del procedimento determinata da una causa non ascrivibile al creditore medesimo. Contrariamente, si riconosce effetto istantaneo nell’ipotesi di estinzione tipica del procedimento esecutivo, dovuta a condotte inerziali, inattive o rinunciatarie del creditore procedente.”

Questo il principio di diritto affermato dalla Suprema Corte con la sentenza in commento.

La vicenda processuale nasce da un giudizio di primo grado volto ad ottenere la declaratoria di inopponibilità dell’atto con il quale il convenuto, fideiussore della dante causa della società attrice, aveva donato alla moglie alcuni beni immobili posti a garanzia patrimoniale del debito anteriormente contratto.

Il giudice di prime cure, ritenendo infondata l’eccezione di prescrizione del diritto di credito invocata dai convenuti, accoglieva la domanda e dichiarava la revocatoria dell’atto di donazione nei confronti della società attrice.

La sentenza di I grado veniva confermata dalla Corte d’Appello adita, la quale in ordine all’eccezione di prescrizione del diritto di credito formulata dagli appellanti, riteneva che il termine prescrizionale  fosse stato interrotto dalla dante causa della società appellata, per aver incardinato quest’ultima due procedure esecutive immobiliari, la prima nei confronti della società debitrice principale, ancora in corso al momento dell’instaurazione del giudizio di I grado, e la seconda nei confronti degli eredi di altro fideiussore conclusasi con la distribuzione delle somme ricavate dalla vendita del compendio pignorato.

La Suprema Corte di Cassazione investita della questione, ha chiarito e ribadito che tra gli atti interruttivi della prescrizione viene in rilievo anche quello con cui si introduce il processo esecutivo. In tale caso si tratta di effetto interruttivo da considerarsi permanente, sino al momento in cui il procedimento giunga a un risultato che possa considerarsi equipollente al passaggio in giudicato della sentenza che definisce il giudizio. Nel caso di specie, ciò si verifica quando all’esito del processo esecutivo si abbia l’attuazione del diritto del creditore o, in alternativa, quando la realizzazione del diritto non venga conseguita per ragioni diverse rispetto all’estinzione del processo per inerzia delle parti. Al contrario, qualora il procedimento si chiuda per inerzia dello stesso creditore, l’effetto permanente cessa, fermo restando l’effetto istantaneo dell’atto interruttivo originario.

La Cassazione ha, infatti, distinto i casi di c.d. estinzione tipica connessi a inattività, inerzia o rinuncia del creditore, da quelli di estinzione atipica consistenti nella “inidoneità a proseguire il processo esecutivo per impossibilità oggettiva di raggiungere il suo scopo”, ribadendo che l’effetto interruttivo permanente si conservi anche nel caso di mancato raggiungimento dello scopo non attribuibile alla condotta del creditore procedente.

Sulla scorta di tali consolidate argomentazioni, la Suprema Corte ha rigettato il ricorso e confermato la sentenza della Corte d’Appello.

Giulia Paganini – g.paganini@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Nell’esecuzione presso terzi, il terzo pignorato può legittimamente fare affidamento sul fatto c...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Cari lettori, come noto lo scorso 21 settembre il Senato ha approvato il maxiemendamento present...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

La rivincita del promissario acquirente

Quando è scaduto il termine per introdurre la fase di merito all'opposizione esecutiva, la parte p...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X