Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Ordine di esibizione: inammissibile se la parte non prova il comportamento omissivo della Banca

Il Tribunale di Milano, con sentenza pubblicata lo scorso 28 giugno, é tornato sul tema dell’inammissibilità dell’ordine di esibizione degli estratti conto, in una vicenda giudiziaria che ha visto coinvolto un istituto di credito assistito dallo Studio.

Nel caso in commento, un correntista aveva citato la banca deducendo l’applicazione di tassi usurari, commissioni e spese non pattuite e la violazione del divieto di anatocismo.

Per poter effettuare la ricostruzione dei rapporti e verificare la fondatezza di quanto dedotto, parte attrice aveva chiesto al giudice di ordinare alla banca convenuta la produzione degli estratti conto, sostenendo di non averli mai ricevuti.

Il giudice ha respinto l’ordine di esibizione di parte attrice, statuendo che: “a fronte dell’allegazione di mancata ricezione degli estratti conto, l’attore avrebbe dovuto provare il comportamento omissivo della banca, ad esempio producendo lettere di tempestiva costituzione in mora e di sollecito all’invio delle comunicazioni periodiche; in ogni caso il correntista poteva rivolgersi direttamente agli sportelli bancari per ottenere la suddetta documentazione; in assenza di una prova documentale relativa alla tempestiva costituzione in mora della convenuta in ordine all’inadempimento degli obblighi informativi, deve quindi ritenersi che la Banca, come da prassi, vi abbia correttamente adempiuto durate tutta la pendenza dei rapporti”.

Il giudice, infine, ha rigettato la domanda del correntista ritenendo che l’omessa produzione degli estratti conto periodici integrasse una “grave carenza probatoria rispetto alle allegazioni formulate in atto di citazione”.

Tribunale di Milano, 28 giugno 2017, sentenza n. 7280

Francesca Fiorito – f.fiorito@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Secondo una recente ordinanza del Tribunale di Monza, relativa ad un procedimento d’urgenza seguit...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Sono molte le questioni affrontate dalla sentenza in commento, resa dal Tribunale di Pistoia all’e...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

La centralità di un corredo probatorio, volto a dimostrare la fondatezza delle pretese giudizialmen...

Contratti Bancari

X