Diritto Processuale Civile

Opposizione tardiva a decreto ingiuntivo notificato a mezzo PEC

Tribunale di Mantova, 3 giugno 2014, n. 98 (leggi la sentenza per esteso)

Il Tribunale di Mantova, con la pronuncia in commento, ha affrontato la problematica della notificazione degli atti giudiziari che sia effettuata in proprio dall’avvocato tramite posta elettronica certificata e del momento in cui la stessa possa considerarsi perfezionata.

Nel caso di specie un soggetto, artigiano coltivatore diretto, aveva proposto opposizione a un decreto ingiuntivo notificatogli a mezzo pec sostenendo che, come previsto dalla normativa, si era munito di una casella di posta elettronica certificata, ma che non gli era stato comunicato che avrebbe dovuto installare dei files o programmi ad hoc per poter scaricare determinati documenti o atti notificati allo stesso. Egli affermava, infatti, di aver ricevuto una notifica a mezzo PEC, ma di non essere riuscito ad aprire i files allegati alla stessa, di aver quindi contattato il legale che aveva effettuato la notificazione per avere dei chiarimenti, senza tuttavia avere una risposta. L’opponente sosteneva, quindi, di essere riuscito ad avere accesso ai suddetti allegati soltanto grazie all’intervento di un tecnico e pertanto di aver avuto conoscenza del decreto ingiuntivo solo in quel momento.

Il soggetto che aveva proposto l’opposizione a decreto ingiuntivo eccepiva inoltre l’illegittimità costituzionale dell’art. 6, comma 2 del DPR 28/2005 nella parte in cui lo stesso stabilisce che la notifica si ha per eseguita, per il destinatario, nel momento in cui viene generata dal server la ricevuta di ricezione e consegna perché si pone in contrasto con il disposto degli art. 3 e 24 della Costituzione poiché non consente di avere la certezza che il destinatario stesso abbia avuto una piena e completa conoscenza dell’atto notificatogli. Pertanto, l’opponente insisteva per l’accoglimento dell’opposizione e la revoca del decreto ingiuntivo, avendo provveduto al deposito del ricorso in opposizione nel termine di legge di 40 giorni dal momento in cui era venuto a conoscenza del decreto ingiuntivo.

Il Tribunale di Mantova ha tuttavia dichiarato l’opposizione inammissibile in quanto tardiva poichè proposta oltre il termine di 40 giorni previsti a pena di decadenza dall’art. 641 c.p.c. Il giudice di merito ha richiamato gli artt. 1 e ss. della legge 53 del 1994 che prevedono che l’avvocato munito di procura alle liti nonché dell’autorizzazione del Consiglio dell’Ordine nel cui albo è iscritto ai sensi dell’art.  7 della suddetta legge, può eseguire la notifica di atti in materia civile a mezzo del servizio postale nonché a mezzo PEC. Quest’ultima (ammessa dal 24 maggio 2013, data di entrata in vigore delle modifiche introdotte dal D.L. 179/2012 alla Legge 53/1994) deve essere effettuata nei confronti del destinatario all’indirizzo che risulta dai pubblici elenchi mediante l’allegazione dell’atto che deve essere notificato al messaggio di posta. Il Tribunale di Mantova ha altresì specificato che per il soggetto notificante la notifica si considera perfezionata nel momento in cui viene generata la ricevuta di accettazione, mentre per il destinatario, nel momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna. Pertanto a nulla rileva il fatto che l’opponente fosse riuscito a visualizzare gli allegati solo in un momento successivo, poiché non era munito nel necessario programma per effettuare il download.

30 giugno 2014

(Stefano Scotti – s.scotti@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Il caso posto all’attenzione del Tribunale di Mantova pone l’accento sull’applicazione dell’...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

“L’inserimento del ISC nel contratto e nel documento di sintesi assolve ad una funzione merament...

Diritto Processuale Civile

Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

In materia di notificazioni al difensore, a seguito dell’introduzione del domicilio digitale, cor...

Diritto Processuale Civile

X