Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Opposizione a decreto ingiuntivo: chi devo citare in giudizio?

L’opposizione a decreto ingiuntivo deve essere proposta nei confronti del soggetto che ha richiesto ed ottenuto il decreto, unico legittimato a contraddire in merito alla pretesa creditoria.

Nel caso di specie, il debitore ingiunto proponeva opposizione a decreto ingiuntivo citando in giudizio non la società che aveva ottenuto il decreto bensì la sua capogruppo, che in sede di costituzione formulava eccezione di carenza di legittimazione passiva.

La convenuta, infatti, deduceva di non avere mai agito in sede monitoria e, dunque, di essere priva di legittimazione passiva.

Il Tribunale, in seguito a discussione orale ex art. 281sexies c.p.c., ha accolto l’eccezione preliminare della convenuta dichiarando la sua estraneità al giudizio e la conferma del decreto ingiuntivo opposto.

In particolare, la sentenza afferma che: “Deve rilevarsi che l’eccezione preliminare proposta da parte opposta – che ha evidenziato la carenza di legittimazione passiva di Banca [omissis] – è fondata e deve essere accolta. Ed invero Banca [omissis] è soggetto giuridico diverso da [omissis] SPA. Il ricorso per decreto ingiuntivo era proposto da [omissis] Spa, mentre l’opposizione viene proposta nei confronti di [omissis] spa”.

Secondo il Giudice, peraltro, è irrilevante il fatto che la banca convenuta sia la capogruppo del gruppo bancario di cui la società creditrice fa parte, risultando altresì inconferente – sotto il profilo soggettivo – l’attività di coordinamento svolta dalla capogruppo nei confronti delle controllate: “Resta del tutto indifferente la circostanza addotta da parte opponente ovvero che [omissis] S.p.A. è soggetto all’attività, al coordinamento ed alla direzione di BANCA [omissis]”.

La sentenza chiarisce infatti che le società facenti parte del medesimo gruppo sono perfettamente distinte sotto il profilo sostanziale, in quanto titolari di rapporti giuridici diversi e non sovrapponibili, neppure in sede processuale: “sul punto giova richiamare la giurisprudenza per la quale sussiste una piena e perfetta autonomia giuridica e patrimoniale delle singole società facenti parte di un medesimo gruppo – così da non poter imputarsi alla capogruppo atti che siano direttamente riferibili alle società partecipate, ancorché’ voluti e coordinati dalla capogruppo (cfr. Cass 12.6.015 n. 12254 e Cass. Sez. 1 n. 9143/08 ed ancora Tribunale di Biella 17.11.2006 per la quale “Il gruppo di società consiste in un’aggregazione di imprese formalmente autonome e indipendenti l’una dall’altra ma assoggettate tutte ad una direzione unitaria. Tutte sono sotto l’influenza dominante di un’unica società (la capogruppo) che direttamente o indirettamente controlla e dirige, secondo un disegno unitario, la loro attività d’impresa per il perseguimento di uno scopo unitario e comune a tutte le società del gruppo (cd. interesse di gruppo). In altre parole, nei gruppi, ad un’unica impresa sotto il profilo economico corrispondono più imprese sotto il profilo giuridico, restando fermo nel nostro ordinamento il principio cardine della distinta soggettività e della formale indipendenza giuridica delle società del gruppo pertanto, unico legittimato passivo era [omissis] S.p.a.”.

Accertata la carenza di legittimazione passiva della convenuta il Tribunale ha quindi confermato il decreto ingiuntivo, in quanto instaurato contro un soggetto terzo ed estraneo al processo.

Trib. Castrovillari, 20 luglio 2020, n. 629

Carlo Giambalvo Zilli – c.zilli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

La giurisprudenza ha affermato ancora una volta che la cessione del credito si perfeziona con il mer...

Credito Al Consumo

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Spoleto con ordinanza resa in sede di ammissione prove, ha ribadito che il disconosc...

Credito Al Consumo

La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Anche il Giudice di Pace di Roma, nella persona della Dott.ssa Emanuela Artone, con la recentissima ...

Credito Al Consumo

X