Contenzioso finanziario

Operazione di investimento non adeguata e nesso eziologico tra inadempimento e danno

Corte d’Appello di Milano, 28 marzo 2012.

Massima: “Può dirsi ormai consolidato l’orientamento secondo cui non sia necessario procedere alla verifica del nesso causale tra violazione delle regole di condotta e danno quando si è in presenza di un’operazione non adeguata, di cui non sia stata fornita specifica segnalazione per iscritto all’investitore, poiché non sono le concrete e specifiche modalità esecutive dell’ordine a venire in questione, ma il compimento stesso dell’operazione, che non avrebbe dovuto avere luogo”. (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’informativa nel contratto

Con la recentissima pronuncia in commento, l’ACF si pronuncia sull’assolvimento dell’onere pr...

Contenzioso finanziario

Polizza Linked, tra normativa applicabile ed onere dell’attore in giudizio

In caso di prova dell’esistenza di un sistema di alert che comporti la visualizzazione da parte d...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Con la recentissima pronuncia in commento, l’Arbitro per le Controversie Finanziarie torna sul te...

Contenzioso finanziario

X