Crisi e procedure concorsuali

Omologa di concordato preventivo fallimentare e questioni di diritto transitorio

Cass., 22 febbraio 2012, n. 2672

Massima: “L’art. 22 di cui al D.Lgs. n. 169/2007 secondo cui le disposizioni del medesimo decreto si applicano “alle procedure… di concordato fallimentare aperte successivamente alla sua entrata in vigore” deve essere intesa come riferita al procedimento che viene definito con il provvedimento di omologazione e non anche all’autonoma fase dell’eventuale risoluzione per la quale non vi è ragione di non applicare il principio del “tempus regit actum”, non essendovi il rischio di interferenza di normative diverse nell’ambito dello stesso istituto.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

La Corte d’appello di Napoli, con la pronuncia in esame, ha rigettato il reclamo proposto avverso...

Coronavirus

La rivincita del promissario acquirente

La questione posta all’esame dell’Adunanza plenaria consiste nello stabilire se, a seguito dell...

Crisi e procedure concorsuali

Contratto preliminare e fallimento del promittente venditore

Il Tribunale di Prato ha reso un’interessante sentenza in materia di accordi di ristrutturazione ...

Crisi e procedure concorsuali

X