Diritto dell'Esecuzione Forzata

Nullità dell’iscrizione ipotecaria ai danni del contribuente

Cass., 09 ottobre 2015, n. 20352 (leggi la sentenza)

Con la sentenza in commento ancora una volta la Corte di Cassazione, sezione Tributaria, conferma l’orientamento già consolidato nelle precedenti pronunce in materia di iscrizione ipotecaria ai sensi dell’art 77 comma 2 bis del DPR n. 602 del 1973 da parte dell’amministrazione finanziaria (Corte Cass. n. 7343 del 10 aprile 2015 e Cass. n. 19667 del18 settembre 2014).

La Suprema Corte ritiene, infatti, indispensabile, a norma del sopra citato art 77 comma 2 bis del DPR 602 del 1973, che l’amministrazione finanziaria debba comunicare al contribuente che procederà all’iscrizione ipotecaria (cosiddetto avviso di iscrizione ipotecaria) concedendo al contribuente un termine di 30 giorni per presentare osservazioni o per effettuare il pagamento. Detta comunicazione deve contenere l’avviso che, se nel termine di 30 giorni non si provvederà al pagamento delle somme dovute, avrà luogo l’iscrizione ipotecaria. L’omessa attivazione di detto contradditorio endoprocedurale comporta la nullità dell’iscrizione ipotecaria per violazione del diritto di partecipazione al procedimento, diritto quest’ultimo garantito anche dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (art 41: diritto di una buona amministrazione; art 47: diritto ad un ricorso effettivi e ad un giudice imparziale e art 48: diritto di difesa).

Nella sentenza in commento Equitalia Nord S.p.A non ha fornito prova in merito all’aver preventivamente avvisato il contribuente dell’iscrizione ipotecaria ex art 77 comma 2 bis DPR 602 del 1973, infatti, Equitalia Nord S.p.A, a fronte di un debito di natura tributaria, aveva provveduto immediatamente a iscrivere ipoteca sul bene immobile del contribuente. Il comportamento dell’ente di riscossione è stato considerato illegittimo dalla Suprema Corte che ha dichiarato nulla l’iscrizione ipotecaria ai danni del contribuente e per l’effetto ha rigettato il ricorso.

27 ottobre 2015

Sara Rovigo – s.rovigo@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

L’intervento del creditore nell’esecuzione non perde efficacia nell’ambito dell’espropriazio...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Attento a come quereli, il falso va provato!

Con una recentissima ordinanza, il Tribunale di Arezzo è intervenuto nel dibattito giurisprudenzial...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

La Corte di Cassazione ha chiarito il rapporto temporale sussistente tra l’interesse ad agire e la...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X