Diritto Processuale Civile

Notifica della sentenza ai procuratori e decorrenza del termine per impugnare

Cass., 17 luglio 2013, Sez. VI, n. 17461 (leggi la sentenza per esteso)

Con la presente ordinanza, resa recentemente dalla Sesta Sezione Civile della Suprema Corte di Cassazione, i giudici di legittimità hanno chiarito quale sia il termine di decorrenza per l’impugnazione di una sentenza in caso di notifica a più procuratori della medesima parte di un giudizio.

Ove la parte sia rappresentata in giudizio da due procuratori e la notifica sia fatta a entrambi, infatti, il termine per l’impugnazione della sentenza decorre dalla prima notifica, anche se effettuata presso il procuratore non domiciliatario, sempre che tale procuratore non sia esercente fuori dal circondario e non eligente domicilio ex art. 82 R.D. n. 37/1934.

Nel caso di specie, la Suprema Corte ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso per la tardività della sua introduzione, avendo il ricorrente notificato il ricorso per Cassazione il 61° giorno successivo alla prima notifica della sentenza ad uno dei due procuratori, motivando la propria decisione sulla base del principio per il quale il destinatario della notificazione della sentenza è il procuratore costituito e non la parte con la conseguenza che, ove vi sia una pluralità di procuratori, il termine decorre dalla prima notifica ad uno di essi.

(Vincenzo Cappelli – v.cappelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’occasione di riflessione sul tema è scaturita da una sentenza della Corte d’Appello di Genova...

Diritto Processuale Civile

Regolamento di giurisdizione e Pubblica Amministrazione

A seguito dell’istituzione del “domicilio digitale” le notificazioni indirizzate alla parte de...

Diritto Processuale Civile

Con ordinanza interlocutoria, la Cassazione ha disposto la rimessione al Primo Presidente affinché ...

Diritto Processuale Civile

X