Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Notifica della cessione del credito: atto a forma libera

La giurisprudenza ha affermato ancora una volta che la cessione del credito si perfeziona con il mero consenso tra cedente e cessionario che attribuisce a quest’ultimo la veste di creditore esclusivo, titolato ad esigere il pagamento.

Il perfezionamento della cessione, trattandosi di un atto consensuale, si verifica dunque con il semplice accordo tra le parti “anche in mancanza della notificazione prevista dall’art. 1264 c.c.”.

Richiamata la giurisprudenza di legittimità secondo cui “La cessione del credito contemplata dall’art. 1250 c.c. si perfeziona per effetto del solo consenso dei contraenti, senza che sia necessario l’assenso del debitore ceduto e produce immediatamente l’effetto reale tipico di trasferire al cessionario la titolarità del credito” (Cass. Civ. 22280/2010), il Tribunale ha inoltre statuito che la notifica della cessione del credito può essere effettuata in forma libera, anche attraverso la notifica del decreto ingiuntivo.

Il Giudice si è dunque allineato ai principi fissati dalla Corte di Cassazione: “La notificazione della cessione del credito al debitore ceduto, prevista dall’art. 1264 cod. civ., costituisce atto a forma libera, purché idoneo a porre il debitore nella consapevolezza della mutata titolarità attiva del rapporto obbligatorio, e, pertanto, può essere effettuata sia mediante ricorso per decreto ingiuntivo, sia mediante comunicazione operata nel corso del successivo giudizio di opposizione ex art. 645 cod. proc. civ.” (cfr. Cass. Civ. 1770/2014).

Sulla scorta di tali argomentazioni, il Tribunale ha rigettato l’opposizione e confermato il decreto ingiuntivo ottenuto dalla cessionaria.

Trib. Termini Imerese, 17 settembre 2020, n. 565

Anna Vicinanza – a.vicinanza@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Quale Foro adire se i debitori (debitore principale e garante) rivestono la qualifica di consumatore...

Credito Al Consumo

La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Una recente sentenza ottenuta dal nostro Studio in un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo h...

Credito Al Consumo

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il Tribunale di Napoli ha emesso un’articolata ordinanza di concessione della provvisoria esecuzio...

Credito Al Consumo

X