Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Non possono essere restituiti interessi usurari, mai corrisposti

Parte ricorrente conveniva avanti il Tribunale di Torre Annunziata un istituto di credito, difeso da questo Studio, lamentando che la misura del tasso di interessi moratori pattuita nel contratto di mutuo, intercorso tra le parti, sarebbe stata superiore al tasso soglia.

Per  tale ragione, il mutuatario chiedeva la restituzione di tutti gli interessi, a qualsiasi titolo versati.

Accogliendo le difese dalla banca, il Giudice ha rigettato integralmente il ricorso proposto ai sensi dell’art. 702 bis c.p.c.Il Tribunale adito preliminarmente ha osservato che “la verifica del superamento del tasso soglia deve essere eseguita autonomamente con riferimento a ciascuna della due categorie di interessi, con conseguente irrilevanza, ai fini dello scrutinio sull’usura della sommatoria tra tasso corrispettivo e tasso moratorio, e che in ogni caso, la nullità ex art. 1815 c.c. colpirebbe eventualmente soltanto la clausola concernente gli interessi moratori senza intaccare l’obbligo di corresponsione degli interessi corrispettivi convenzionalmente fissati al di sotto della soglia”.

Nel caso in esame, infatti, il lamentato superamento del tasso soglia riguardava solo gli interessi moratori, con conseguente inammissibilità della richiesta di restituzione anche degli interessi pagati a titolo di corrispettivi.

Il Giudice, in ogni caso, ha ritenuto inammissibile anche la richiesta risarcitoria formulata con riguardo agli interessi moratori, atteso che il ricorrente non ha dimostrato di essere stato inadempiente nel pagamento di alcune rate e di aver dovuto, pertanto, corrispondere interessi moratori. Si legge, dunque, nell’ordinanza: “il ricorrente non ha allegato e provato di essere incorso in mora nel pagamento delle rate e che quindi ha dovuto pagare interessi moratori, per cui non può fondatamente chiederne l’accertamento della nullità e la restituzione”.

Simona Daminellis.daminelli@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il Tribunale di Torino, nella pronuncia in commento, ha affrontato un tema recentemente posto all’...

Contratti Bancari

Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

L’asserita violazione dei dettami di trasparenza riconnessi ad una presunta distorsione dell’Ind...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

“Ai fini della segnalazione a sofferenza la nozione di insolvenza che si ricava dalle Istruzioni e...

Contratti Bancari

X