Contenzioso finanziario

Niente rimborso al risparmiatore esperto che investe in titoli speculativi

Cass., 30 gennaio 2013, Sez. I, n. 2185

Massima: “Deve essere esclusa la risoluzione del contratto di acquisto di titoli del mercato mobiliare classificati come «speculativi» dalle agenzie di rating (si tratta delle obbligazioni della Repubblica argentina andate in default), laddove all’atto della sottoscrizione l’investitore dichiara la propria propensione al rischio e di essere in possesso di un’adeguata conoscenza del sistema finanziario.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

“Deve qualificarsi come errore materiale di una sentenza, suscettibile di correzione, quello che r...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Diverse conferme giungono dalla Corte d’Appello di Venezia in tema di necessaria specificità del ...

Contenzioso finanziario

Polizza Linked, tra normativa applicabile ed onere dell’attore in giudizio

Con la sentenza in esame, il Tribunale di Verona offre uno spunto di riflessione in materia di contr...

Contenzioso finanziario

X