Contenzioso finanziario

Niente rimborso al risparmiatore esperto che investe in titoli speculativi

Cass., 30 gennaio 2013, Sez. I, n. 2185

Massima: “Deve essere esclusa la risoluzione del contratto di acquisto di titoli del mercato mobiliare classificati come «speculativi» dalle agenzie di rating (si tratta delle obbligazioni della Repubblica argentina andate in default), laddove all’atto della sottoscrizione l’investitore dichiara la propria propensione al rischio e di essere in possesso di un’adeguata conoscenza del sistema finanziario.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’informativa nel contratto

Una recente decisione dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie affronta, processualmente e nel...

Contenzioso finanziario

Polizza Linked, tra normativa applicabile ed onere dell’attore in giudizio

Decidendo su ricorso di un investitore, l’Arbitro per le Controversie Finanziarie rigetta le richi...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Nel dibattito Giurisprudenziale venuto ad esistenza attorno alla valutazione di meritevolezza di tut...

Contenzioso finanziario

X