Diritto dell'Esecuzione Forzata

Nell’ipotesi di accoglimento parziale dell’opposizione a decreto ingiuntivo rimangono validi gli atti esecutivi compiuti e l’ipoteca iscritta in forza del decreto ingiuntivo revocato

Cass., 24 settembre 2013, sez. III, n. 21840 (leggi la sentenza per esteso)

La sentenza in commento ha affermato il principio in forza del quale anche nel caso di sentenza non definitiva che accoglie parzialmente l’opposizione a decreto ingiuntivo, con prosecuzione del giudizio al fine di accertare l’ammontare del credito oggetto della domanda monitoria,  rimangono validi ed efficaci gli atti esecutivi compiuti in forza del decreto ingiuntivo, sebbene nei limiti della somma o quantità ridotta, così come verrà determinata dalla sentenza definitiva, giusto quanto dispone l’articolo 653, secondo comma, c.p.c.

La Suprema Corte ha inoltre avuto modo di precisare che la conservazione degli effetti nei limiti sopra precisati riguarda altresì l’iscrizione ipotecaria, rientrando quest’ultima nel concetto di “atti esecutivi compiuti” di cui all’articolo 653, secondo comma, c.p.c..

Tale conclusione si fonda sulla considerazione che l’ipoteca costituisce uno dei possibili effetti dell’esecutività del decreto ingiuntivo e sulla considerazione che identica è la ratio di mantenere integra la posizione del creditore, seppur nei limiti della somma riconosciuta come dovuta.

(Filippo Basile – f.basile@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

La Corte di Cassazione è tornata nuovamente su un argomento che era già stato oggetto di diverse p...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

Attento a come quereli, il falso va provato!

È stato affermato che, all’interno di un giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo pignor...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Con l’approvazione della legge di Bilancio 2020, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X