Contenzioso finanziario

L’operazione in contropartita diretta non integra un’ipotesi di conflitto di interessi dell’intermediario

Tribunale di Bologna, 30 giugno 2014 (leggi la sentenza per esteso)

Con sentenza del 30.6.2014 il Tribunale di Bologna si è nuovamente pronunciato sulla configurabilità di un’ipotesi di conflitto di interessi nelle operazioni concluse in contropartita diretta.

In particolare il Tribunale adito, richiamandosi all’ormai consolidato orientamento della Giurisprudenza di legittimità (Cass. Civ. Sez. I, 22-12-2011, n. 28432), ha ritenuto che “La negoziazione in contropartita diretta costituisce uno dei servizi di investimento al cui esercizio l’intermediario è autorizzato, al pari della negoziazione per conto terzi, come si evince dalle definizioni contenute nell’art. 1 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, essendo essa una delle modalità con le quali l’intermediario può dare corso ad un ordine di acquisto o di vendita di strumenti finanziari impartito dal cliente. Ne deriva che l’esecuzione dell’ordine in conto proprio non comporta, di per sé sola, l’annullabilità dell’atto ai sensi degli artt. 1394 o 1395 cod. civ.”.

Con la sentenza in commento, non solo è stata esclusa la sussistenza di un conflitto di interessi nell’ipotesi in cui l’operazione venga effettuata in contropartita diretta, ma è stata altresì riaffermata la ripartizione dell’onere della prova, ponendo a carico dell’investitore la dimostrazione dei seguenti profili incidenti sul nesso causale: (i) che la corretta spiegazione circa il conflitto di interessi avrebbe distolto l’investitore dal compimento dell’operazione e, che (ii) l’operazione (effettuata in conflitto di interessi) abbia provocato un danno collegato alla specifica condizione della banca.

9 luglio 2014

(Carmela Prencipe – c.prencipe@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Tra incapacità ed attendibilità dei testimoni

Nell’ambito del contenzioso inerente la prestazione dei servizi di investimento, l’onere della p...

Contenzioso finanziario

Derivati finanziari, tra collegamento funzionale e causa di copertura

Si torna a discutere di derivati finanziari e, nello specifico, in due recenti precedenti di merito,...

Contenzioso finanziario

Allega bene l’inadempimento, altrimenti niente risarcimento

Un tema d’attualità, stando alle letture di recenti decisioni della Suprema Corte, è quello dell...

Contenzioso finanziario