Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Lombardia zona rossa: la risposta dei Giudici delle Esecuzioni del Tribunale di Milano

L’evolversi della situazione epidemiologica e l’impennata della curva dei contagi hanno condotto il Governo a varare il nuovo DPCM, con effetti dal 6.11.2020, volto ad individuare misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale, distinguendo le regioni italiane in tre fasce di criticità (gialla, arancione, rossa) con limitazioni gradate sino ad arrivare, per le regioni a zona rossa, a misure più stringenti.

A seguito dell’inserimento della Lombardia tra le regioni a zona rossa, i Giudici delle Esecuzioni del Tribunale di Milano, prima dell’entrata in vigore del nuovo DPCM, hanno individuato istruzioni “provvisorie” che dovranno essere applicate da parte dei delegati e custodi, in attesa delle linee guida che verranno emesse dal Presidente del Tribunale.

L’attenzione dei Giudici si è concentrata su tutte quelle attività che si prestano, più delle altre, ad occasioni di incontro e di possibile contagio, ossia vendita e liberazione degli immobili pignorati.

In particolare, con riferimento alle aste, i Giudici delle Esecuzioni di Milano hanno disposto la revoca di tutte le vendite dal 6.11.2020 al 3.12.2020 e comunque per tutto il periodo in cui la Lombardia sarà indicata come ‘zona rossa’.
I professioni delegati potranno invece tenere ferme le aste fissate in epoca successiva.

In vista di dette aste, le visite all’immobile non potranno essere eseguite in presenza, e dovrà essere messo a disposizione degli interessati il video (filmato con cellulare o videocamera) eseguito dal custode in occasione del primo accesso, insieme ad eventuali ulteriori fotografie in possesso dell’esperto rispetto a quelle già contenute nella relazione di stima.

L’accesso all’immobile sarà compiuto solo a seguito di effettiva manifestazione di interesse alla visita, al termine del periodo di ‘zona rossa’ e, in ogni caso, nel rispetto delle misure di prevenzione (uso di mascherine, gel disinfettate, distanza di un metro, finestre dei locali aperte).

Relativamente alla liberazione degli immobili pignorati, i Giudici hanno stabilito che nel caso in cui l’immobile non sia abitato dal debitore ovvero l’ordine di liberazione sia emesso a seguito di violazione degli obblighi di custodia del debitore, il custode potrà proseguire nell’attuazione dell’ordine di liberazione fino all’aggiudicazione e, successivamente, solo nel caso di richiesta scritta, nel verbale di vendita, dell’aggiudicatario.

Nel caso in cui l’immobile sia abitato dal debitore, l’ordine di liberazione, seppure già emesso, non potrà essere attuato.

I Giudici delle Esecuzioni del Tribunale di Milano, in assenza di disposizioni specifiche e vista l’urgenza della situazione, hanno immediatamente individuato dette istruzioni generali con il chiaro intento di uniformare ed indirizzare l’attività di delegati e custodi.

Ad oggi, gli altri Tribunali delle regioni rientranti nella zona rossa non pare abbiano preso posizione.

Le circolari pubblicate dalle Corti di merito risultano, per il momento, ferme al Decreto Ristori con cui è stata prorogata la sospensione -sino al 31.12.2020- delle esecuzioni immobiliari aventi ad oggetto abitazioni principale, disciplinata dall’art. 54 del Decreto Cura Italia.

Ci auspichiamo di poter aggiornare quanto prima i nostri lettori sulle istruzioni che verranno emesse dal Presidente del Tribunale di Milano, nonché individuate da parte degli altri Tribunali italiani.

Ludovica Citarella – l.citarella@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Il 29.11.2020 la Regione Lombardia è uscita dalla ‘zona rossa’ ed è entrata nella ‘zona aran...

Coronavirus

Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

L’EBA ha scelto di applicare nuovamente le proprie Linee guida sul trattamento delle moratorie sui...

Coronavirus

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Alla luce del recente decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, che ha dettato la disposizione oltre al...

Coronavirus

X