Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Lo sconfinamento deve essere preannunciato dall’intermediario?

Con un recentissimo provvedimento dell’8 marzo 2017, il Tribunale di Milano in composizione collegiale ha rigettato il reclamo proposto da una società di capitali avverso l’ordinanza di rigetto del ricorso cautelare, instaurato per ottenere la cancellazione del nominativo segnalato per sconfinamento alla Centrale Rischi di Banca d’Italia.

Parte reclamante adduceva l’irregolarità della segnalazione di sconfino in Centrale Rischi, per omesso preavviso da parte dell’intermediario, nonché per omessa dimostrazione di aver compiuto adeguata istruttoria sull’effettiva sussistenza di uno stato di insolvenza della società correntista.

Il Tribunale ha rilevato che la segnalazione in Centrale Rischi deve essere preannunciata al cliente solo in caso di segnalazione a sofferenza, come evidenziato al punto 4 capitolo 1, sezione 1 della Circolare n. 139 dell’11 febbraio 1991 e non anche nel caso di sconfinamento. A nulla è valsa l’asserzione di controparte per cui l’obbligo di preannunciare qualsiasi segnalazione negativa in Centrale Rischi dovrebbe essere desunto dall’art. 125. 3 T.U.B. che, come anche confermato dal Tribunale, trova applicazione esclusivamente nei confronti dei consumatori.

La segnalazione di uno sconfinamento, diversamente, non deve essere preannunciata dall’intermediario al contraente non consumatore.

Con riferimento all’istruttoria prodromica alla segnalazione, i giudici hanno ribadito l’indicazione del mero sconfino non presuppone alcuna valutazione discrezionale da parte dell’intermediario creditizio che, per contro, si limita a registrare il dato oggettivo dell’utilizzo del credito in misura superiore a quanto accordato. Nel caso di specie, peraltro, parte reclamante non aveva in alcun modo contestato i criteri di contabilizzazione del credito effettuato dalla banca.

Il reclamo è stato pertanto rigettato e l’ordinanza integralmente confermata.

Valentina Vitali – v.vitali@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

La tematica della presunta nullità delle fideiussioni per contrarietà alla legge n. 287/2020 (“N...

Contratti Bancari

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Vicenza si occupa di un argomento tanto noto nell’ambito del contenzioso bancario,...

Contratti Bancari

Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

“Tali valutazioni competono quindi alla Banca, nell’ambito della sua libertà negoziale e, sotto...

Contratti Bancari

X