Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

L’inadempimento di non scarsa importanza nella giurisprudenza dell’ABF

Con una recentissima pronuncia, l’ABF ha rigettato la domanda del ricorrente volta ad ottenere, successivamente al fallimento del professionista, lo scioglimento del contratto di finanziamento annesso a un contratto di prestazione d’opera, con conseguenti obblighi restitutori.

Il Collegio territoriale, dopo aver rilevato che gli elementi che contraddistinguono le pretese come quelle nel caso in esame sono il collegamento negoziale tra prestazione di opera professionale (medica, nel caso di specie), la messa in mora del professionista, la non scarsa importanza dell’inadempimento di quest’ultimo, ha specificatamente esaminato questo ultimo profilo.

Nello specifico, ha dato voce al consolidato orientamento del Collegio di Coordinamento, nonché della giurisprudenza di legittimità, secondo il quale “le condizioni di cui all’articolo 1455 del codice civile sono da reputarsi sussistenti qualora l’inadempimento abbia avuto un peso oggettivo e notevole nell’economia complessiva del rapporto, sì da dar luogo, in astratto, per la sua entità, e, in concreto, in relazione al pregiudizio effettivamente causato all’altro contraente, ad uno squilibrio sensibile del sinallagma contrattuale”.

I Collegi territoriali, in sede motivazionale, richiamano, altresì, l’insegnamento della Suprema Corte, secondo il quale la verifica dell’inadempimento di non scarsa importanza deve essere operato non solo “applicando un parametro oggettivo, riferito alla entità oggettiva dell’inadempimento, ma anche con riguardo all’interesse che l’altra parte intende realizzare”. Dunque, ritengono che debba essere applicato un criterio “che consenta di coordinare il giudizio sull’elemento oggettivo della mancata prestazione, nel quadro dell’economia generale del contratto, con gli elementi soggettivi e che, conseguentemente, investa, specie nei casi di inadempimento parziale, anche le modalità e le circostanze del concreto svolgimento del rapporto, per valutare se l’inadempimento in concreto accertato abbia comportato una notevole alterazione dell’equilibrio e della complessiva economia del contratto, e l’interesse dell’altra parte, quale è desumibile anche dal comportamento di questa, all’esatto adempimento nel termine stabilito” (Cass., 6 marzo 2012, n. 3477; Cass. 18.2.2008 n. 3954; Cass., 21 febbraio 2006, n. 3742).

È stato inoltre evidenziato, per quanto attiene le controversie sottoposte all’ABF, che, poiché l’Arbitro deve procedere “alla valutazione della controversia sulla base della documentazione raccolta nell’ambito dell’istruttoria”, l’inadempimento di non scarsa importanza del fornitore deve essere agevolmente rilevabile dalla documentazione versata agli atti del procedimento “senza necessità di procedere a analisi o elaborazioni tecniche della stessa funzionalmente precluse all’Arbitro, tanto più in materia estranea alle proprie competenze tecniche, e comunque non integrabili, in sede di istruttoria, tramite il ricorso a consulenze tecniche o ulteriori mezzi di prova”.

In applicazione dei suddetti principi di diritto, il Collegio di Bologna dell’ABF, nel caso di specie, ritenuto che la documentazione fornita dal ricorrente non ha consentito di effettuare una comparazione tra il complesso delle prestazioni oggetto del contratto stipulato con il professionista e quelle effettivamente effettuate, ha respinto il ricorso.

ABF, Collegio di Bologna, 11 novembre 2021, decisione n. 23235

Andrea Monesiglio – a.monesiglio@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Il Collegio di Coordinamento dell’ABF ha cercato di risolvere i discordanti orientamenti dei vari...

ABF

Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

La pronuncia in esame trae origine dalla richiesta da parte di un cliente di rimborso delle commiss...

ABF

Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Il Collegio di Napoli ha affermato la legittimità della condotta posta in essere dall’intermedia...

ABF

X