Diritto dell'Esecuzione Forzata

Limiti all’esecuzione esattoriale

Cass.,12 Settembre 2014

Con la sentenza del 12 Settembre 2014 la Suprema Corte di Cassazione ha delineato e precisato l’ambito di applicazione dell’articolo 76 DPR 602/1973 come modificato dalla legge n. 98/2013.

In merito la Suprema Corte di Cassazione ha in primo luogo affermato che finalità della modifica legislativa è quella di impedire che venga ad essere assoggettato ad esecuzione esattoriale l’unica casa di proprietà del debitore, nella quale quest’ultimo abbia la residenza, in tal modo salvaguardandone il diritto alla casa di abitazione.

In particolare l’articolo 76, comma 1, nel testo novellato ha introdotto un’ipotesi di condizione dell’azione esecutiva esattoriale, la cui mancanza ne impedisce l’inizio ovvero l’ulteriore corso.

In considerazione del fatto che la norma disciplina il processo esecutivo esattoriale senza introdurre un’ipotesi di impignorabilità sopravvenuta, deve concludersi che la nuova normativa si applica non solo ai processi iniziati successivamente alla sua entrata in vigore, ma anche a singoli atti di processi iniziati prima della sua entrata in vigore.

Pertanto ove sia stato trascritto il pignoramento e notificato l’avviso di vendita ed il processo sia ancora pendente alla data del 21 agosto 2013 l’azione esecutiva deve arrestarsi e la trascrizione del pignoramento deve essere cancellata, su ordine del giudice ovvero per iniziativa dell’agente della riscossione, se l’espropriazione ha ad oggetto l’unico immobile di proprietà del debitore che non sia bene di lusso e sia destinato ad abitazione del medesimo debitore, il quale in tale immobile abbia la propria residenza anagrafica.

18 Novembre 2014

Filippo Basile – f.basile@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Controparte perdente rimborsa consulenza vincente

Con l’ordinanza in commento il Tribunale di Bari si è espresso in tema di opponibilità ai terzi ...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

L’inerzia dell’aggiudicatario paga!

Il Tribunale di Bari con l’Ordinanza in commento, si è pronunciato su una delle tematiche introdo...

Coronavirus

Il deposito cauzionale equivale a consegna materiale

Il Tribunale di Torre Annunziata in persona del Giudice dell’Esecuzione, dott.ssa Anna Maria Diana...

Diritto dell'Esecuzione Forzata

X