La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Leasing: la clausola penale è strumento di equilibrio negoziale

La Corte d’Appello di Bologna è intervenuta nuovamente in materia di leasing confermando la piena legittimità della clausola penale disciplinata dal contratto tra gli effetti della risoluzione per inadempimento.

L’utilizzatore affermava come tale clausola, che in caso di risoluzione prevede l’obbligo dell’utilizzatore di corrispondere i canoni scaduti, quelli a scadere e gli altri costi contrattuali, fosse invalida e contraria a buona fede.

La difesa dell’utilizzatore, infatti, sosteneva che il contenuto della clausola sarebbe iniquo e penalizzante in quanto garantirebbe alla società di leasing un ingiusto profitto, del tutto sproporzionato rispetto agli obblighi contrattuali imposti all’utilizzatore.

La Corte d’Appello, tuttavia, ha respinto tali doglianze ed ha aderito alle difese della società di leasing che ha dimostrato come la clausola penale sia uno strumento legittimo e fonte di equilibrio negoziale proprio in ragione della c.d. clausola di detrazione, che impone al concedente di portare a deconto delle somme dovute dall’utilizzatore quanto eventualmente percepito dalla vendita del bene.

Nel motivare la sentenza, la Corte rileva in primo luogo che la clausola penale era stata accettata e sottoscritta liberamente dall’utilizzatore: “Pacifica è l’accettazione e la regolare sottoscrizione della clausola penale, anche ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 1341 comma 2 cod. civ., in tal modo rispettato il principio di autonomia e di certezza dei rapporti contrattuali”.

Peraltro, la decisione chiarisce che la clausola penale, prevedendo il sistema di detrazione, garantisce un’equa ripartizione degli obblighi negoziali che consente di equilibrare la posizione contrattuale della parti: “Ciò posto, la giurisprudenza di legittimità ha valutato la legittimità di una simile clausola, che viene utilizzata nella maggior parte dei contratti di leasing come strumento di equilibrio negoziale e, particolarmente, da un lato, di tutela dell’utilizzatore, che deve conseguire il bene in leasing e, dall’altro, della società concedente, che deve anticipare il capitale”.

Sul punto, la sentenza compie una comparazione tra gli interessi negoziali, affermando che con riferimento alla società di leasing: “l’interesse deve essere valutato in rapporto al piano finanziario relativo al contratto di leasing che può essere soddisfatto solo attraverso il pagamento di tutti canoni previsti, sia quelli scaduti che a scadere, dato che solo il pagamento integrale degli stessi rappresenta il rimborso per il godimento del bene acquistato dalla concedente su richiesta dell’utilizzatore”.

Allo stesso modo, ponendo l’attenzione sull’utilizzatore, la Corte afferma: “la clausola di detrazione del ricavato dalla vendita del bene o dalla sua ricollocazione consente un maggiore equilibrio degli interessi (cfr. i numerosi precedenti giurisprudenziali del Tribunale di Bologna e della Cassazione, richiamati dalla difesa di […] negli scritti difensivi finali)”.

In definitiva, la clausola di detrazione è uno strumento di equilibrio negoziale volto a contemperare gli interessi delle parti e tutelare, al contempo, la posizione della società concedente soppesando il rischio connesso all’operazione di locazione finanziaria, con cui la concedente anticipa un capitale per consentire all’utilizzatore di godere del bene concesso in leasing.

La sua previsione, dunque, crea equilibrio e garantisce una regolamentazione proporzionata tra le parti che esclude l’invalidità della clausola penale.

Corte d’App. Bologna, 28 maggio 2020, n. 1444

Carlo Giambalvo Zilli – c.zilli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

Il Tribunale di Bologna chiarisce due principi di grande rilevanza: i) il garante a prima richiesta ...

Leasing

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

Il nostro Studio ha assistito con successo una nota società di leasing nell’ambito di un giudizio...

Leasing

La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Il Tribunale di Milano ha confermato che la società di leasing, per ottenere la condanna al rilasci...

Leasing

X