Credito Al Consumo

Leasing e consumo: se il bene concesso in locazione è un autocarro, la disciplina consumeristica non si applica

Tribunale di Bologna, 2 maggio 2014 (leggi la sentenza per esteso)

L’intervento di un’ulteriore sentenza favorevole, offre l’opportunità per tornare a discutere di uno degli argomenti più caldi legati all’operatività tipica delle operazioni di leasing.

In materia, come noto, la giurisprudenza ha ormai raggiunto da tempo un punto di assestamento definitivo in ordine ad un’innumerevole quantitativo di possibili eccezioni.

Il tema della clausola penale, tuttavia, non sembra aver ancora esaurito il ventaglio di criticità rilevanti.

Nel corso degli anni, è stato dunque possibile assistere ad una crescita esponenziale del novero di eccezioni sollevabili, che hanno arricchito il panorama giudiziale di ulteriori questioni di diritto.

Tra le tante, merita senz’altro un commento quella esaminata di recente dal Tribunale di Bologna, il quale, con sentenza – inedita – del 02.05.2014, ha riacceso la speranza di tornare a parlare di nuove eccezioni in senso stretto, accendendo i riflettori su nuovi angoli d’ombra della materia.

In particolare, il Giudice felsineo, riflettendo sull’eventuale, e conseguente, nullità ex art 1419 c.c. della clausola penale, attesa l’asserita vessatorietà lamentata dalla controparte, è giunto alla conclusione che la vessatorietà di una clausola penale ai sensi dell’art. 33 D.Lgs 206/205 (c.d. Codice del Consumo), deve essere provata in corso di causa, non senza dimenticare che la statuizione del giudice non può prescindere dalla qualificazione giuridica di “consumatore” del soggetto che ha sottoscritto il contratto di leasing.

Ragion per cui, poiché secondo il Tribunale di Bologna “il tipo di bene oggetto di leasing suggerisce invece un uso certamente non dovuto alla natura di consumatore” (nel caso di specie: autocarro), la doglianza di vessatorietà non può che risultare infondata.

3 giugno 2014

(Stefano Antonio Reggio – s.reggio@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Il Tribunale di Catania offre degli spunti interessanti in tema di onere della prova e usura, chiare...

Credito Al Consumo

Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Una volta verificatosi l’inadempimento, l’unico tasso d’interesse di mora rilevante ai fini de...

Credito Al Consumo

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Pescara ha fornito un utile chiarimento sulla corretta qualificazione del TAEG. I...

Credito Al Consumo

X