Contenzioso finanziario

Le polizze assicurative index linked hanno natura assicurativa

Trib. Roma, 2 maggio 2012

Conformemente al consolidato orientamento di giurisprudenza e dottrina, si deve ritenere che le polizze index linked, pur avendo un’elevata componente finanziaria, rimangono comunque prodotti assicurativi sia perché l’assicuratore corre il rischio cosiddetto demografico, in quanto la prestazione (allorché agganciata al valore di un fondo comune o di un indice) è comunque dovuta al verificarsi di un evento attinente alla vita umana, sia perché il rischio delle perdite finanziarie è sostenuto anche dall’assicuratore, quanto meno, nel consentire, a determinate condizioni, il riscatto anticipato della polizza. Sebbene all’apparenza tali prodotti siano quindi molto simili ai fondi di investimento, le loro modalità di funzionamento prevedevano, sino all’entrata in vigore, nel luglio del 2007, della modifica introdotta dall’art. 25 bis del TUF, una regolamentazione diversa rispetto a quella concernente i prodotti finanziari, in quanto alle predette polizze, doveva applicarsi a normativa del codice delle assicurazioni, quali “prodotti assicurativi emessi da imprese di assicurazione”, non soggetti alle disposizioni previste per le sollecitazioni all’investimento in strumenti finanziari. Alla stregua del noto principio del tempus regit actum, il contratto assicurativo per cui è causa non risulta quindi sottoposto alla disciplina del T.U.F. in materia di investimenti in prodotti finanziari, né alla normativa regolamentare in esso richiamata, con la conseguente inapplicabilità al caso di specie delle disposizioni dettate da tale normativa con riferimento alla necessità della stipula in forma scritta del contratto quadro di intermediazione destinato a regolare i successivi rapporti e agli obblighi informativi gravanti sull’intermediario finanziario. (leggi la sentenza per esteso)

(Paolo Francesco Bruno – p.bruno@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

La banca non risponde in solido con il promotore finanziario che opera al suo interno, per il danno ...

Contenzioso finanziario

L’informativa nel contratto

La decisione in esame riguarda un caso di opposizione alla irrogazione di una sanzione da parte dell...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Con una recente sentenza, il Tribunale di Bergamo compone un altro tassello nell’inquadramento dog...

Contenzioso finanziario

X