La parte deve partecipare personalmente alla mediazione

L’avvocato può rappresentare la parte in mediazione

Il Tribunale di Pordenone ha evidenziato che nel procedimento di mediazione obbligatoria, quale condizione di procedibilità per le controversie nelle materie indicate dal legislatore, è necessaria la comparizione personale delle parti, assistite dal difensore. Le stesse, tuttavia, possono farsi sostituire da un loro rappresentante sostanziale, dotato di apposita procura, che ben può coincidere con lo stesso avvocato che le assiste.

Alla luce di tale principio, nel caso sottoposto al suo esame il Giudice ha ritenuto infondata l’eccezione di improcedibilità del giudizio formulata dalla convenuta, in ragione del fatto che all’incontro di mediazione per la società attrice aveva partecipato un avvocato delegato dal legale rappresentante, anziché quest’ultimo, il quale si era poi limitato a comunicare la non volontà di proseguire nella mediazione.

Sul punto così statuisce il Tribunale: “Quanto alla partecipazione di un avvocato delegato (e delegato espressamente – doc. 4 conv. – a comunicare la volontà del legale rappresentante della società odierna attrice di non proseguire la mediazione), la Corte di Cassazione ha condivisibilmente osservato (sent. n. 8473/2019) che “nel procedimento di mediazione obbligatoria disciplinato dal D.Lgs. n. 28 del 2010, quale condizione di procedibilità per le controversie nelle materie indicate dall’art. 5, comma 1 bis, del medesimo decreto (come introdotto dal D.L. n. 69 del 2013, conv., con modif., in L. n. 98 del 2013), è necessaria la comparizione personale delle parti, assistite dal difensore, pur potendo le stesse farsi sostituire da un loro rappresentante sostanziale, dotato di apposita procura, in ipotesi coincidente con lo stesso difensore che le assiste. La condizione di procedibilità può ritenersi, inoltre, realizzata qualora una o entrambe le parti comunichino al termine del primo incontro davanti al mediatore la propria indisponibilità a procedere oltre“.

Trib. Pordenone, 7 dicembre 2020, n. 647

Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Tra le decisioni in tema di mediazione se ne registrano alcune che interpretano in modo molto rigido...

Mediazione bancaria

La mediazione è obbligatoria anche per il fideiussore?

“L'indice delle materie di cui all'art. 5, comma 1 d.lgs. n. 28/2010, per le quali è prevista la...

Mediazione bancaria

La parte deve partecipare personalmente alla mediazione

Nell’ambito di una causa in cui si discuta circa la validità di una fideiussione omnibus, non si ...

Mediazione bancaria

X