Contratti Bancari

L’anticipazione su fatture

Cass., I sez., 30 ottobre 2014, n. 23081 (leggi la sentenza)

Sottoponiamo all’attenzione dei Lettori di IusLetter una pronuncia della Suprema Corte che vede coinvolta una società correntista di un istituto di credito, alla quale vengono concessi degli affidamenti nella forma di anticipazioni su fatture. A causa di alcuni dinamismi aziendali, la società si vede comunicare la revoca di detti affidamenti. La banca, al fine di sanare il debito insorto, suggerisce al cliente il rilascio di un’ipoteca volontaria, permettendo alla società l’apertura di una nuova linea di credito.

La società fallisce e l’istituto di credito formula istanza di ammissione al passivo fallimentare in via privilegiata. I crediti oggetto dell’istanza vengono ammessi come chirografari, previa revoca dell’ipoteca ex art. 67, primo comma n. 3 l.f. Il Tribunale, infatti, sostiene che l’ipoteca era stata rilasciata non al momento della nascita del credito, bensì in un momento successivo e tale operazione era palesemente finalizzata a garantire crediti chirografari e a sottrarsi da eventuali azioni revocatore infrannuali.

La banca appella la sentenza. Il Giudice di grado superiore opera una distinzione tra fatture anticipate esigibili al momento dell’iscrizione dell’ipoteca e non esigibili. Solo in merito alla seconda categoria l’ipoteca andrebbe revocata, in quanto al momento dell’iscrizione la somma anticipata non poteva ancora essere richiesta al cliente.

La sentenza emessa viene impugnata dalla banca con ricorso in Cassazione. La Suprema Corte risolve la questione sostenendo che, con l’anticipazione su fattura, la banca mette nell’immediata disposizione del correntista una provvista che fa insorgere il debito nei confronti dell’istituto di credito. Il debito per l’iscrizione ipotecaria va calcolato sommando tutte le somme anticipate al cliente, non avendo rilievo l’esigibilità o meno delle fatture.

13 novembre 2014

Miriam Cantalicio – m.cantalicio@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Fideiussore legale rappresentante della Società garantita

La Sezione Imprese del Tribunale di Firenze, in un caso seguito dallo Studio, ha dichiarato l’inam...

Contratti Bancari

Fideiussore legale rappresentante della Società garantita

La  Cassazione con una pronuncia depositata il 18 agosto 2020 ed emessa in tema di “non applicab...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Finalmente lo scorso venerdì è stata pubblicata la tanto attesa decisione delle Sezioni Unite in m...

Contratti Bancari

X