Credito Al Consumo

La violazione degli obblighi informativi non determina la nullità del contratto

Tribunale di Prato, 15 gennaio 2015 

E’ quanto affermato di recente dal Tribunale di Prato, il quale, investito della problematica sul punto ha precisato che: “la violazione degli obblighi informativi per giurisprudenza costante non determina la nullità del contratto.

La ragione, spiega il Tribunale toscano, dipende dal fatto che nel caso in cui l’istituto di credito, o la società finanziaria, non assolvano ai propri obblighi informativi, “vengono in considerazione obblighi di comportamento la cui inosservanza può al più rilevare sotto il profilo della responsabilità (precottrattuale o extracontrattuale a seconda dei casi), ma giammai sotto il profilo dell’invalidità del negozio.

Di conseguenza, conclude il Tribunale di Prato, la relativa domanda di nullità non può trovare accoglimento.

Il T.U.B., infatti, non contempla alcuna specifica ipotesi di nullità, per l’eventualità in cui l’istituto che ha erogato il credito in favore del consumatore non abbia assolto ai propri obblighi informativi.

27 gennaio 2015

Francesco Concio-f.concio@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Il Tribunale di Catania offre degli spunti interessanti in tema di onere della prova e usura, chiare...

Credito Al Consumo

Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

Una volta verificatosi l’inadempimento, l’unico tasso d’interesse di mora rilevante ai fini de...

Credito Al Consumo

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Pescara ha fornito un utile chiarimento sulla corretta qualificazione del TAEG. I...

Credito Al Consumo

X