Mario Valentino vs. Valentino

La risposta di Banca d’Italia alla luce degli Orientamenti EBA in tema di vigilanza e informativa al pubblico

I recenti Orientamenti dell’Autorità bancaria europea hanno fornito chiarimenti sulla compilazione degli schemi segnaletici di vigilanza e dell’informativa al pubblico alla luce delle modifiche ai requisiti normativi, introdotte con il Regolamento UE n. 873/2020 c.d. Capital Requirements Regulation Quick-fix (o CRR).

In altre parole, gli Orientamenti EBA offrono indicazioni in materia di trattamento segnaletico da adottare in relazione alle modifiche regolamentari introdotte dal CRR Quick-fix, nel contesto della pandemia da Covid-19.

A tal proposito, con la comunicazione dell’8 settembre 2020, Banca d’Italia ha recepito le modifiche apportate alle Linee guida EBA, dando attuazione alle novità in tema di disclosure e reporting.

Nello specifico, le modifiche in tema di schemi di vigilanza concernono:

  • il calcolo dell’indice di leva finanziaria;
  • il calcolo dei requisiti patrimoniali a fronte del rischio del credito;
  • le segnalazioni riferite ai fondi propri.

Inoltre, gli Orientamenti prevedono altresì l’integrazione dell’informativa al pubblico con una specifica disclosure sull’ammontare dell’esposizione verso banche centrali oggetto di esclusione e sul relativo effetto sull’indice di leva finanziaria.

D’altro canto, invece, le modifiche agli orientamenti in materia di informativa al pubblico attengono ai seguenti profili:

  • all’estensione del periodo di informativa dovuta alla proroga delle disposizioni sul regime transitorio in materia di IFRS 9 e l’introduzione di ulteriori requisiti informativi di natura qualitativa;
  • all’introduzione di nuovi requisiti informativi relativi al trattamento prudenziale transitorio previsto per gli utili e le perdite non realizzati su esposizioni verso determinate controparti valutate al fair value con impatto sulla redditività complessiva.

E’ opportuno osservare come la sopracitata comunicazione di Banca d’Italia abbia natura di provvedimento di carattere generale, vincolante per le banche e i gruppi bancari meno significativi, e sia in vigore dall’8 settembre 2020, ovvero dalla data di pubblicazione sul sito di Banca d’Italia.

Gianluca Pappacena – g.pappacena@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Arriva in Gazzetta Ufficiale la Direttiva (UE) sul whistleblowing

Con avviso del 7 ottobre 2021, la Consob ha comunicato la propria intenzione di conformarsi agli Or...

Vigilanza

Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

A pochi mesi di distanza dall’ordinanza n. 18610/2021 (su cui si legga qui), la Cassazione torna ...

Vigilanza

Il Manuale Utente delle comunicazioni oggettive

Com’è noto, il titolo VI del Testo unico bancario ha come principale obiettivo (come del resto s...

Vigilanza

X