Contratto preliminare e fallimento del promittente venditore

La revocatoria delle rimesse bancarie a seguito del D.L. 35/2005

Ai fini dell’esperimento dell’azione revocatoria, “se il pagamento consiste in una rimessa bancaria, non occorre più verificare se essa è pervenuta su un conto passivo “scoperto”, quanto piuttosto verificare se vi sia stata una attività di riduzione del saldo passivo effettuata in modo “durevole” e “consistente””.

Il Tribunale di Reggio Emilia, chiamato a decidere una controversia fra la Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. e la 3P Plastic S.r.l., ha dichiarato inefficaci per effetto di revocatoria fallimentare le rimesse bancarie intervenute sul conto aperto presso la Banca, poiché avevano ridotto il saldo passivo in modo “durevole” e “consistente”.

Secondo la pronuncia in esame, “con tali termini il legislatore ha voluto indicare che la riduzione dell’esposizione debitoria deve essere stata progressiva e tendenzialmente unidirezionale (ossia verso la diminuzione del debito bancario) e di ammontare non trascurabile, avuto riguardo all’ammontare delle rimesse ed all’interesse della massa fallimentare al recupero delle somme andate a beneficio di un solo creditore (banca), anziché di tutti”.

Ai fini dell’esatta determinazione del “periodo sospetto”, il Tribunale ha fatto riferimento all’applicazione di quanto statuito dall’art. 16 L.F. e, versandosi in tema di azione proposta ai sensi dell’art. 67, co. 2, L.F., il periodo rilevante è di sei mesi e detto arco temporale decorre a ritroso dall’iscrizione della sentenza di fallimento nel registro delle imprese, momento dal quale la stessa produce effetti nei confronti dei terzi.

Tribunale di Reggio Emilia, 13 maggio 2016 (leggi la sentenza)

Riccardo Abbagnato – r.abbagnato@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Not in my name: il falsus procurator di società di capitali

Quando la società è in stato di liquidazione, sulla base di quali criteri il giudice deve effettua...

Crisi e procedure concorsuali

Ipoteca: tutto è immobile finché l’immobile rimane…immobile

Un’opportunità di chiarezza circa le differenze intercorrenti tra due istituti giuridici: la revo...

Crisi e procedure concorsuali

Accertamento dell’insolvenza: fatti diversi…sentenza diversa!

Una recente pronuncia del Tribunale di Lecco chiarisce nuovamente le condizioni di ammissibilità al...

Crisi e procedure concorsuali

X